Muore un operaio a Villa Adriana, 37esima vittima sul lavoro nel Lazio

6415

Incidente mortale per Maurizio Tani oggi pomeriggio presso lo stabilimento di  un edificio della ex Pirelli in cui stava lavorando su un cestello ad alta quota, nella sostituzione del sistema di illuminazione di un edificio  schiacciato dalla piattaforma mobile su cui si trovava.
Da accertare la dinamica e le cause alla base della tragedia costata la vita all’uomo. La procura di Tivoli ha aperto un fascicolo e indagano i Carabinieri intervenuti sul posto insieme ai sanitari del 118 e ai Vigili del Fuoco che hanno dovuto recuperare il corpo senza vita dell’operaio. Maurizio Tani è la 37esima vittima sul lavoro nel Lazio, la 560 esima in Italia.
La tragedia a poche ore dalle celebrazioni della Giornata nazionale per le vittime sul lavoro.

A indagare sull’accaduto ci sono ora i carabinieri della compagnia di Tivoli, assieme agli ispettori dell’Asl. Chi indaga vuole capire se la ditta esterna avesse rispettato tutti i parametri le regole per garantire la sicurezza sul posto di lavoro. Vista la dinamica dell’incidente non è escluso che l’operaio possa aver avuto un malore poco prima dell’impatto fatale.

Sulla questione della sicurezza sul lavoro sono intervenuti i sindacati: «In attesa che siano chiarite le dinamiche che hanno portato il lavoratore, dipendente di una ditta in appalto, a perdere la vita esprimiamo il nostro cordoglio e ci stringiamo attorno al dolore dei suoi cari. Quest’ennesima tragedia si verifica in una Regione che è tra le prime per numero di infortuni sul lavoro, la terza in Italia, per questo chiediamo un serio impegno sulla salute e la sicurezza». Così in una nota congiunta la Cgil Roma e Lazio e la Cgil Rieti Roma Est Valle dell’Aniene.