Nasce a Tivoli il circolo di Sostenibilità Equità Solidarietà4 min di lettura

104

Nasce a Tivoli il circolo di Sostenibilità Equità Solidarietà, il movimento politico nazionale fondato da Maurizio Pallante. A dar vita al nuovo progetto sono le persone uscite circa un mese fa dalla lista Insieme con Giuseppe Proietti. Come avevano annunciato nel comunicato con cui salutavano la coalizione civica, gli otto non sono rimasti fermi ed hanno portato SEQUS a Tivoli.

“Fondare un Movimento Politico non è una cosa da poco – commentano Paolo Pallante, Mina Distratis, Vincenzo Trusiani, Paolo Carlini, Giovanni B. Nonni, Alessandra Moscetti, Roberto Cococcia, Salvatore Giordano -; crearne uno che abbia nel suo nome e nel suo simbolo i tre valori fondamentali che lo caratterizzano è un atto coraggioso e dirompente, infatti dichiararsi così apertamente può avvicinare molte persone ma altrettanto facilmente le può allontanare. E’ la politica della chiarezza, dell’aderenza ai principi, una politica nella quale come diceva Bobbio, non è possibile nessun compromesso se non si sono condivisi i valori che la ispirano. Sostenibilità Equità Solidarietà, (SEQUS) è il Movimento Politico nazionale nato grazie alla forza di volontà e alla lungimiranza di Maurizio Pallante e di tante altre valenti persone”. 

“Oggi – proseguono – siamo felici di poter dire alla nostra città che è nato il Circolo di “SEQUS Tivoli e valle dell’Aniene” con il quale ci proponiamo di portare avanti anche sul nostro territorio i temi fondamentali espressi nell’appello del movimento SEQUS (www. sostenibilitaequitasolidarieta.it) temi che da anni sono parte integrante della nostra attività sia privata che politica ma che fino ad oggi abbiamo faticato a portare avanti all’interno di una coalizione tutto sommato poco sensibile alle nostre istanze e alle nostre idee. Noi però, continuiamo a pensare che sia possibile una vera “rivoluzione” per come la intendeva Danilo Dolci e crediamo sia necessariamente ora di discutere su un piano culturale, tecnico e di visione della città che non sia più lo stesso che già otto anni fa tentavamo di sorpassare; oggi siamo arrivati alla nascita del Circolo SEQUS Tivoli e Valle dell’Aniene con una consapevolezza maggiore, con un forza incredibilmente più grande di otto anni fa, perché è la forza del bene comune, del disinteresse per il proprio vantaggio, della credibilità che come persone abbiamo mantenuto intatta ad ogni costo”.

FACEBOOK e LA VALLE DELL’ANIENE

“Simbolo di questa (ri)-nascita – spiegano -, come abbiamo espresso sulla nostra neonata pagina FB, è “The blue marble” la prima fotografia della terra completamente in luce ripresa dallo spazio, che simboleggia la sospensione del meraviglioso pianeta che abitiamo in un universo sconfinato e ignoto dove però tutto è connesso, dove ogni cosa e ogni azione sono in relazione. E’ il motivo per cui il Circolo comprenderà Tivoli ma anche la Valle dell’Aniene, perché abbiamo bisogno di condivisione, di esperienza, di partecipazione reale e di una visione che non può essere solo quella nostro amato ma “piccolo” territorio. Ed allora non solo la Valle dell’Aniene ma un Movimento che lavori a livello Nazionale, confrontandosi con le idee di tutto il mondo, senza mai perdere di vista i valori su cui fondiamo la nostra partecipazione”.

“Ci impegneremo – concludono – al fianco dei nostri governanti perché la Democrazia, come affermava Henry David Thoreau non è per forza la vittoria di chi ha più “numeri”; infatti questa diventa inevitabilmente e sempre la vittoria del più forte in una specie di competizione dove a vincere non è mai la coscienza o l’idea migliore ma solo la maggioranza e cioè sempre il più forte. La via maestra è quella della cooperazione e non quella della competizione, impariamo dunque dai nostri bambini l’arte dell’incanto e del gioco, guardiamo al futuro con ottimismo e speranza, ma costruiamo la nostra visione con costanza e determinazione senza mai tralasciare la bellezza e l’armonia. Rispettiamo la natura in ogni sua forma e iniziamo per prima cosa a modificare i nostri singoli comportamenti perché è dall’esempio che si genera il cambiamento. Con queste premesse continuiamo il lavoro cominciato otto anni fa sicuri di poter dare un apporto positivo alla città, con la segreta speranza di veder presto tanti cittadini avvicinarsi per portare le loro idee, i loro pensieri e soprattutto la loro partecipazione. Sarà un viaggio alla scoperta della nostra forza e della nostra bravura di cittadini, sarà l’impegno più grande che avremo, nel rispetto dei valori alla base del nostro Movimento: “Sostenibilità Equità Solidarietà”.