Nuovo decreto legge: cosa si può fare a Natale 20201 min di lettura

217

Ieri sera annunciate le regole per le feste di Natale e Capodanno sono ufficiali, con un nuovo decreto-legge: tra 24 dicembre e 6 gennaio ci sarà un regime di 10 giorni prefestivi e festivi di zona rossa alternati a 4 giorni di zona arancione nei giorni feriali. Resta inoltre in vigore la regola principale introdotta dall’ultimo decreto-legge del 2 dicembre, ossia che “dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 è vietato, nell’ambito del territorio nazionale, ogni spostamento in entrata o uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome”, anche per raggiungere le seconde case, salvo per motivi di lavoro, necessità e salute. Oltre al coprifuoco quotidiano dalle 22:00 alle 5:00.

Il 24, 25, 26, 27, 31 dicembre e 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio quindi, tutta la penisola diventerà zona rossa, con negozi e locali chiusi (ma è consentita la vendita di cibo e bevande d’asporto dalle ore 5:00 alle 22:00 e consegna a domicilio senza limiti d’orario) e divieto di qualsiasi spostamento anche all’interno dello stesso comune (tranne che per motivi di salute, studio e lavoro).

Solo il 28, 29 e 30 dicembre e il 4 gennaio l’Italia sarà invece zona arancione, con negozi riaperti (ma ristoranti e bar ancora chiusi) e la possibilità di spostarsi solo all’interno del proprio Comune, sempre nei limiti del coprifuoco dalle ore 22:00 alle 5:00 del mattino.