Oltre mille eventi estivi gratuiti nei Parchi regionali di tutto il Lazio

349

Oltre mille eventi estivi gratuiti nei Parchi regionali di tutto il Lazio fino a settembre, dalla celebrazione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri alla divulgazione scientifico-naturalistica, con visite guidate e iniziative dedicate all’escursionismo, sport, enogastronomia, laboratori della natura, educazione ambientale, teatro, musica e mostre. È quanto prevede, in sintesi, il calendario di eventi estivi della Regione Lazio nelle aree naturali protette (consultabile su www.parchilazio.it) intitolato ‘Parchi del Lazio – L’estate comincia qui’ e presentato il 21 giugno dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, insieme agli assessori regionali alla Transizione ecologica e alla Trasformazione digitale, Roberta Lombardi, all’Agricoltura, Foreste, Promozione della filiera e della cultura del cibo e Pari opportunità, Enrica Onorati e a Turismo, Enti locali, Sicurezza urbana, Polizia locale e Semplificazione amministrativa, Valentina Corrado, in una conferenza stampa all’ex Cartiera Latina, all’interno del Parco regionale dell’Appia Antica.

“Devo ringraziare la grande squadra della Regione Lazio che come non mai si è unita per raggiungere questo obiettivo. Noi avevamo un primo obiettivo in questo biennio, salvare gli essere umani e la nostra comunità e grazie a un lavoro incessante siamo riusciti a limitare i danni e ora stiamo riuscendo a uscire: ora dobbiamo pensare a lavoro e benessere in sicurezza”, ha commentato Zingaretti. “La cosa più bella di questa estate delle meraviglie è che come primo valore ha proprio questo: è il simbolo del ritorno alla vita in sicurezza. Ora è possibile uscire di casa e indichiamo una bella opportunità di valorizzazione del territorio, un’idea intelligente di produzione della ricchezza”. Oggi, ha proseguito il presidente della Regione, “è una giornata importante perché possiamo urlare che ce l’abbiamo fatta, ha vinto l’idea di comunità di respingere un pericolo sotto la cultura della responsabilità. Quest’anno si colora di una luce diversa perché coincide con la chiusura di una situazione drammatica. Noi ci crediamo molto, questa iniziativa avviene in una stagione di grande sviluppo della tutela e ampliamento delle aree in cui stiamo ripopolando i parchi di alberi grazie al programma Ossigeno e stiamo aprendo una stagione di rafforzamento del nostro patrimonio naturalistico”.

Per Corrado “questi eventi mettono al centro l’impegno e la battaglia che abbiamo portato avanti sull’ambiente, il rispetto della natura e l’uso dei nostri parchi per il benessere delle persone. Ci abbiamo sempre creduto, abbiamo combattuto tanto per rendere centrali questi valori che sono prioritari per creare una coscienza collettiva. Questi eventi aiutano a far ripartire meglio l’estate e anche il turismo, sarà una boccata di ossigeno anche per la nostra economia. Abbiamo una regione che è una piccola Italia perché abbiamo tutto, mare, montagna, collina e arte. L’offerta è ampia e sono tantissimi eventi, sarà difficile scegliere”. Secondo Onorati si tratta di “un messaggio di squadra e sinergia del lavoro che decliniamo quotidianamente. Questo appuntamento è davvero un impegno importate ed è una conferma che Vivi i Parchi del Lazio non si è fermato mai: quest’oggi troviamo il risultato di quel lavoro portato avanti insieme nella sinergia unica tra agricoltura e natura. Nei programmi c’è sempre più sensibilità nei confronti delle nostre aree protette, una vera valorizzazione di un patrimonio visto come un bene comune”.

Nel Lazio, ha sottolineato Lombardi, “abbiamo più di 100 aree protette tra cui 45 monumenti naturali, 31 riserve regionali, 4 riserve nazionali, 3 parchi nazionali. A questi numeri si aggiungono gli oltre mille eventi per questa estate che sarà eccezionale per tanti motivi: è la seconda estate sotto il Covid, un’estate particolare perché abbiamo lavorato in condizioni un po’ inedite, facendo tante riunioni online. È stato uno sforzo di tutta la Giunta sia per le risorse economiche che per il turismo e l’offerta enogastronomica. Questo sforzo corale ha prodotto questo fantastico risultato, e ora stiamo lavorando per incrementare e valorizzare ancora di più il nostro patrimonio naturalistico”. Al termine della presentazione, le assessore Lombardi, Onorati e Corrado hanno poi visitato il G20 Green Garden, un progetto promosso dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO) in cooperazione con la Presidenza Italiana del G20, Roma Capitale, Regione Lazio e Parco dell’Appia Antica