Ospedale di Palestrina: ripresa delle attività e interventi strutturali2 min di lettura

139
Un accordo con il Bambino Gesù e Fatebenefratelli per rafforzare il Materno Infantile, un nuovo Pronto Soccorso, incremento del personale e nuove tecnologie. Questa mattina il Direttore Generale della ASL Roma 5, Giorgio Giulio Santonocito, ha illustrato alla stampa cosa è stato fatto, cosa si sta facendo e cosa si farà all’ospedale Coniugi Bernardini di Palestrina annunciando la progressiva ripresa delle attività e nuovi interventi strutturali.

 

“Sono orgoglioso di tutti gli operatori. Nessuno si è risparmiato, durante tutta l’emergenza abbiamo gestito a domicilio in tutto il territorio aziendale oltre 14mila persone tra covid positivi e contatti. Palestrina è un nodo fondamentale della rete sanitaria dell’Azienda. In pochissimo tempo l’emergenza ci ha portato a dover cambiare radicalmente la sua fisionomia per trasformarlo in Covid Hospital che ha chiuso con la dimissione dell’ultimo paziente il 31 maggio, 80 le persone – tutte del territorio – che sono state ricoverate qui.
La pandemia ci ha lasciato in eredità una nuova rianimazione con quattro posti letto, realizzata in soli 18 giorni, che ci servirà per offrire alla cittadinanza un reparto materno infantile potenziato, con la possibilità di mettere a disposizione la parto-analgesia.
Proprio a questo riguardo è alla firma un accordo con il Bambino Gesù e il Fatebenefratelli per un percorso formativo che partirà dal 9 luglio per garantire al nostro reparto di poter affrontare la parto analgesia e le gravidanze più difficili in piena attuazione della vocazione di questo ospedale. Si sta lavorando per aggiornare la tecnologia, approssimativamente in autunno Palestrina sarà dotata una nuova Tac e per incrementare il personale (ostetrico, ginecologico, anestesiologico, ortopedico…): oggi a tal proposito ho firmato la deliberazione di attivazione della procedura di acquisto.
Palestrina sarà dotata anche di un nuovo Pronto Soccorso oggi in fase di progettazione  (con una zona dedicata esclusivamente alle malattie infettive), il progetto sta seguendo l’iter amministrativo previsto. Il Pronto Soccorso sarà ampliato con un struttura esterna realizzata in acciaio e cristallo proprio dove nel pieno dell’emergenza sono state montale dalla croce Rossa e dalla protezione Civile – che ringrazio – le tende del pre triage Covid. Nessuno si sta risparmiando e progressivamente stiamo riattivando tutti i servizi e recuperando le prestazioni. Palestrina, così come tutte le strutture dell’Azienda, ha dato tanto”.