Ospedale di Tivoli: allarme personale per Nefrologia

1870

Il carico di lavoro aumenta ed il personale diminuisce, la Cisl-Fp lancia un nuovo allarme per il reparto di Nefrologia dell’ospedale di Tivoli.

In vista dell’estate servono interventi urgenti, stando alle richieste del sindacato avanzate con una lettera ai vertici dell’Asl Roma G.
“Sollecitiamo ancora una volta – scrivono dalla Cisl-Fp ai vertici dell’Azienda sanitaria – la ormai insostenibile situazione, in cui si trovano costretti a lavorare gli operatori della Uoc di Nefrologia dell’ospedale di Tivoli, ove alla già cronica “carenza di personale”, si aggiunge, aggravando la situazione, anche l’aumento del carico di lavoro, di gran lunga maggiore rispetto agli anni passati, a causa del progressivo innalzamento del livello della complessità assistenziale”.
“Con la presente – aggiungono dal sindacato – chiediamo criteri di comportamento precisi. visto che sono ormai prossime le ferie estive programmate e propone di studiare ed applicare in tempi brevi l’ipotesi di accorpamento dei reparti di Nefrologia con la Medicina Generale, per far fronte alle difficoltà nell’assistenza ed evitare il ricorso a massicci turni aggiuntivi e richiami in servizio ed a un maggior stress psicofisico per il personale, che certo non aiuta la qualità del servizio all’utenza. Attendiamo inoltre, un celere incontro per condividere e discutere nel dettaglio un piano di organizzazione del lavoro, di accorpamento e riorganizzazione dei sopracitati reparti”.

Ospedale San Giovanni Evangelista di Tivoli

Testo da visualizzare in slide show