Palestra Maramotti: salviamo il campetto dall’incuria2 min di lettura

1964

“Palestra Maremoti: salviamo il campetto”, questo è il grido di allarme di un gruppo di persone che ha inviato una lettera alla redazione di XL . “Immaginate solo per un istante se, in un pomeriggio di sole, al centro di Tivoli, potessimo portare – affermano i firmatari della lettera –  a giocare o ad assistere a un partita o ad un’esibizione sportiva i nostri figli. La domanda sarebbe d’obbligo. DOVE? Sto parlando del campetto situato di fronte la Palestra Maramotti. Quanti di voi hanno nei loro ricordi l’immagine di quel posto? Magari un tempo funzionante ma oggi…. Si, parliamo solo di ricordi. Oggi luogo di tutti anche del degrado e del completo abbandono. Un luogo in cui si respira trascuratezza. Canestri erosi dal tempo, arrugginiti e divelti; pavimentazione sempre più inesistente e con gli avanzi di quello che era il rivestimento i ragazzi ci giocano a pallone. Per non parlare poi della spalletta di terra dove una volta fiorivano gli alberi, ora spogli e secchi, circondati da siringhe usate, animali morti e qualsiasi altro sudiciume. Questo campetto sarebbe dotato di una scalinata che lo metterebbe in contatto diretto con via Colsereno. Magari! Il punto è che la scalinata è ormai chiusa da circa tre anni perché dichiarata inagibile. Mai transennata e dove oggi i ragazzi sostano a bere o a fumare perché “luogo nascosto” agli occhi di tutti. Ora parte di questo spazio è diventato parcheggio. Gli alunni, i docenti, i ragazzi che frequentano mattina e pomeriggio la palestra e tutti noi non potremmo avere, invece di un solo ricordo, dei momenti di condivisione? Un luogo dove incontrarsi e, gratuitamente, fare sano sport all’aria aperta? Riqualificare e bonificare tutta la zona con un campetto polivalente, una gradinata su cui sedersi magari all’ombra di qualche albero fiorito….. QUANDO TUTTO QUESTO SARA’ POSSIBILE? Firmato da Docenti alunni e genitori che frequentano la palestra, ragazzi che hanno il desiderio di un posto dove giocare.”