Pcp di via Orazio chiusa, dopo un giorno spuntano già i rifiuti davanti l’ingresso1 min di lettura

1742
Pop di via Orazio chiusa, foto L'Eco di Tivoli Terme
Pop di via Orazio chiusa, foto L'Eco di Tivoli Terme

Pcp di via Orazio chiusa, a Tivoli Terme, il sindaco Giuseppe Proietti ha dato disposizioni ad Asa Tivoli spa di intervenire immediatamente per la bonifica dell’area.

La decisione è stata presa nel pomeriggio di ieri, durante un sopralluogo avvenuto alla presenza del Sindaco e dei consiglieri comunali Maurizio Conti e Alessandro Fontana.

“Abbiamo preso atto che la piazzola veniva usata impropriamente, anche dai cittadini del vicino Comune di Guidonia, per depositare rifiuti di ogni tipo, compresi quelli di origine domestica che dovrebbero essere smaltiti attraverso il ritiro porta a porta – ha spiegato il Sindaco -. E’ evidente che una situazione del genere non è compatibile con gli standard di igiene e di decoro urbano, a maggior ragione se si considera la vicinanza delle abitazioni e l’adiacenza del parco pubblico Marra,frequentato da bambine e bambini. Completate le operazioni di bonifica, Asa provvederà ad assicurare quotidianamente la pulizia dell’area, che sarà utilizzata come parcheggio a servizio del quartiere”.

LA NUOVA DISCARICA
Una decisione, questa, accolta con scetticismo da alcuni residenti che temono l’effetto discarica dopo questa chiusura. Un timore che sembrerebbe confermato già dopo la prima notte. Questo giovedì mattina sono già apparse le prime foto di rifiuti, anche ingombranti, davanti al cancello della Pcp che era gestita dalle guardie ambientali del Congeav. La stessa area che non più tardi di un paio di settimane fa era stata chiusa per un paio di giorni per consentire degli interventi di sistemazione e pulizia dopo l’ennesimo raid dei razziatori di rifiuti che imperversano nottetempo. La situazione, dopo l’incursione di nomadi, era grave ed era stata denunciata dai consiglieri Pd Manuela Chioccia ed Alessandro Fontana.