Politica Guidonia, situazione e prospettive: le riflessioni di Mario Lomuscio (PD)2 min di lettura

1739
Mario Lomuscio, consigliere comunale del PD
Mario Lomuscio, consigliere comunale del PD

Politica Guidonia, situazione e prospettive: le riflessioni di Mario Lomuscio (PD). “Sono convinto che la nostra città, pur disillusa, è pronta a rimettersi in gioco con idee e progetti se troverà interlocutori credibili e disposti ad ascoltare attraverso un modo nuovo di governare”, così Mario Lomuscio, segretario del PD di Guidonia Montecelio.

Il contesto attuale

“Il nostro comune vive con sofferenza questo lungo periodo di commissariamento frutto del fallimento del centro-destra alla guida della città, ma ancor di più si avverte un senso di rabbia e delusione verso le istituzioni sempre più lontane e incomprensibili all’opinione pubblica. Da troppo tempo, infatti, non si percepisce una idea di governo e di proposta per il territorio e questo si ripercuote pesantemente sulla vita di ognuno di noi. Ma sono convinto che la nostra città, pur disillusa, è pronta a rimettersi in gioco con idee e progetti se troverà interlocutori credibili e disposti ad ascoltare attraverso un modo nuovo di governare”.

Il PD deve cambiare

“Credo convintamente nella necessità di cambiare anche il nostro modo di fare. Troppo spesso, infatti, il Partito Democratico ha creduto di agire per il bene comune ponendosi a baluardo della verità. Oggi nelle idee di buon governo e di progresso si misura la giustezza della azione politica ma insieme alla città, alla società civile senza scalette o ordini prestabiliti. Per provare con uno slogan a farmi capire io penso che la società civile siamo noi, siamo anche noi e se riusciamo a capire questo punto di vista si vede bene come cambia la prospettiva. Io credo in un progetto di governo della città e non solo per la città. Solo cosi il partito democratico potrà intercettare tutte quelle forze del territorio che non si sono arrese e che rappresentano quei bisogni collettivi e quei valori di equità, progresso e giustizia che da sempre ci rappresentano”.

Le azioni del PD. La scelta del candidato

“Per fare questo abbiamo previsto tutta una serie di momenti di confronto con la città mettendo in campo tutti gli strumenti democratici di partecipazione, dalle consultazioni alle primarie per la scelta del miglior candidato. Per questo continuiamo a con tutti gli strumenti a disposizione per individuare quel candidato che possa rappresentare meglio tutto ciò. Sapete bene che vi sono in campo già alcune ipotesi e probabilmente altre ne usciranno e questa ricchezza di possibilità rappresenta certamente un valore e non certo una possibile divisione. Il Partito Democratico ha colto questa voglia di ripartire e avverto segnali incoraggianti di partecipazione e consenso. Certo problemi ci sono e non pochi ma occorre ripartire dalle idee e non dalle individualità. Non è in gioco il futuro dei singoli attori cittadini è in gioco la possibilità di governare la città per migliorarla e per raggiungere tale obiettivo ci metteremo con convinzione al servizio della città, io per primo sono consapevole che soltanto insieme alle forze sane del paese potremmo tornare alla guida del nostro comune. Se questo sarà chiaro e patrimonio di tutti, allora e solo allora costruiremo un percorso vincente”.