Regione: dal 10 aprile domande per il #Pronto Cassa2 min di lettura

389
lavoro

Tutto pronto per il bando ‘Pronto Cassa‘ sul portale di Fare Lazio,  il bando con il quale le imprese che hanno fino a 9 dipendenti e liberi professionisti potranno richiedere prestiti da 10.000 euro a tasso 0, rimborsabili in 5 anni a partire dalle ore 10 del 10 aprile e fono al 20 aprile.

Lo spiega sulla propria pagina Facebook Paolo Orneli assessore regionale del Lazio allo sviluppo economico:

“Si è appena conclusa una giunta straordinaria in cui abbiamo approvato una importantissima semplificazione alla misura #ProntoCassa dei prestiti di 10mila euro a tasso zero per microimprese e liberi professionisti della Regione Lazio. Per erogare queste risorse non sarà più necessaria una valutazione di merito creditizio e di conseguenza i richiedenti non saranno più tenuti a presentare il progetto di bilancio 2019 insieme alla domanda di finanziamento.

“Servono cose semplici e veloci e noi ce la stiamo mettendo tutta. Domani sera il bando da 55 milioni sarà online sul portale #FareLazio, da venerdì sarà possibile iniziare a caricare le domande sulla piattaforma e nei prossimi giorni la dotazione della misura crescerà fino a 100 milioni di euro. Questo significa che finanzieremo 10mila attività della nostra regione, che si aggiungeranno alle tantissime che potranno beneficiare delle misure nazionali, in particolare la garanzia al 100% sui finanziamenti bancari fino a 25mila euro.

” La strada della ripartenza sarà lunga e difficile. Ma siamo sulla strada giusta. Quello che mi rende più orgoglioso è che sulle misure che stiamo varando c’è stato un lavoro comune e condiviso con tutte le forze politiche del consiglio regionale. Anche ieri sera, mentre stavamo scrivendo la delibera, ho sentito i capigruppo per aggiornarli su queste novità, raccogliere suggerimenti e programmare le prossime iniziative. Serve questo al nostro paese. Serietà, responsabilità, capacità di decidere e al tempo stesso rispetto reciproco. Se la politica saprà tornare ad essere “servizio alla polis” e conservare questo spirito anche quando l’emergenza sanitaria sarà finita, sono certo che riusciremo a rialzarci prima, senza lasciare indietro nessuno.”