Regione Lazio: se rivedono i criteri e i parametri per “la rideterminazione degli assegni vitalizi degli ex consiglieri”2 min di lettura

176

Il Lazio taglia i vitalizi ai propri presidenti, assessori e consiglieri passati, presenti e futuri. Il Consiglio regionale ha infatti approvato stamattina all’unanimita’ con 30 voti favorevoli la proposta di legge 147/2019 per la rideterminazione degli assegni vitalizi regionali: la proposta, con un taglio medio del 30% sull’assegno, assicura un risparmio di poco meno di 6 milioni di euro annui e ricalca quanto stabilito dall’accordo siglato lo scorso 3 aprile in Conferenza Stato-Regioni. La legge e’ stata sottoscritta dai membri dell’Ufficio di presidenza del Consiglio e vede come primo firmatario Devid Porrello (M5S), insieme a Gianluca Quadrana (Lista civica Zingaretti), Michela Di Biase (Pd), Giuseppe Cangemi (Gruppo misto), Daniele Giannini (Lega), al presidente dell’Aula, Mauro Buschini e a Daniele Leodori in qualita’ di consigliere Pd. Questo lavoro, ha spiegato Porrello illustrando la proposta, “nasce dalla necessita’ dell’uniformita’ dell’azione legislativa delle varie Regioni. Da gennaio abbiamo partecipato a diverse riunioni per cominciare a definire i termini del taglio dei vitalizi, tramite il metodo della Conferenza Stato-Regioni: quindi queste ultime dovevano trovare un accordo e poi portarlo all’amministrazione centrale. La difficolta’ e’ stata quella di uniformare sistemi molto diversi l’uno dall’altro, alla fine siamo arrivati a un punto che oggi e’ diventato questa proposta di legge”.

“L’approvazione unanime in Consiglio, Regione Lazio: rivedono i criteri e i parametri per “la rideterminazione degli assegni vitalizi degli ex consiglieri della proposta di legge n.147 che ridefinisce gli assegni dei vitalizi e’ un atto di responsabilita’ e di buon senso”. Cosi’ in una nota Marco Vincenzi, presidente del gruppo Pd del Consiglio Regionale del Lazio. “Il provvedimento da’ attuazione all’intesa tra Stato e Regioni del 3 aprile scorso con cui si rivedono i criteri e i parametri per la rideterminazione degli assegni vitalizi degli ex consiglieri. In sostanza si prevede il passaggio al calcolo contributivo che portera’ a un risparmio per la Regione Lazio di circa 6 milioni di euro l’anno- prosegue il presidente Vincenzi– con la garanzia del rispetto dei principi di proporzionalita’, ragionevolezza e tutela dell’affidamento e l’applicazione delle aliquote previste dalla tabella approvata dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, fissando il termine per l’entrata in vigore della legge e differisce, rispondendo a quanto previsto dall’intesa, gli effetti della rideterminazione all’1 dicembre 2019 per consentire agli uffici amministrativi di espletare i necessari adempimenti preliminari.Un ringraziamento speciale va ai colleghi dell’Ufficio di Presidenza che hanno sottoscritto la proposta di legge e a tutti i colleghi delegati che in questi mesi hanno svolto un lavoro delicato di condivisione e costruzione della legge e naturalmente a tutti i gruppi politici che hanno contribuito costruttivamente all’iter della legge votata oggi unanimamente in aula”, cosi’ conclude Marco Vincenzi.

Lascia un commneto

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.