Rocca Pia, la riapertura durante il Natale di Tivoli1 min di lettura

2300

Conto alla rovescia per la riapertura di Rocca Pia, l’ultima data fissata dall’amministrazione comunale è quella del prossimo 25 aprile. Nel pieno del Natale di Tivoli potrebbe “rivedere” la luce uno dei siti più belli della città.

Ormai chiuso da quasi venti anni, la Rocca è stata al centro di lunghi, lunghissimi, lavori di ristrutturazione costati un milione e 153 mila euro.
Ora mancano solo la progettazione definitiva degli interni, e la realizzazione del polo museale sulla storia tiburtina.
Il progetto è affidato all’architetto, e professoressa dell’università Roma Tre, Maria Margarita Segarra Lagunes, ed è in fase di ultimazione. Una volta presentato sarà approvato direttamente dal dirigente del settore Lavori Pubblici Giuseppe Petrocchi. Sono stati allestiti quattro piani, con cinque sale a piano, in cui sarà raccontata la storia della città attraverso i secoli, partendo dalla preistoria ed arrivando alla “Tivoli Industriale” con le cartiere, le cave e le centrali idroelettriche, passando per l’età romana, il medioevo, il rinascimento ed il barocco.
All’interno del museo saranno esposte alcune opere acquistate nel corso degli anni che si vanno a sommare a quelle presenti nei magazzini e negli archivi del comune. A disposizione del pubblico ci saranno acquerelli e acqueforti del ‘700, incisioni del Piranesi, un plastico in legno del città di Tivoli di Massimiliano Pontani e poi saranno noleggiate, per 10 anni, opere di Alinari.
“Restituiremo alla città uno dei suoi monumenti simbolo – ha commentato l’assessore ai Lavori Pubblici Marino Capobianchi – è un momento importante e l’amministrazione comunale sta portando a compimento un progetto ambizioso che ci rende orgogliosi”.

rocca pia, tivoli, castello, papa, turismo

Testo da visualizzare in slide show

Lascia un commneto

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.