Studenti e studiosi cinesi al Museo Civico Archeologico Rodolfo Lanciani1 min di lettura

643

Guidonia Montecelio, sabato 27 luglio, il Museo Civico Archeologico “Rodolfo Lanciani” accoglie la seconda delegazione di studenti e studiosi cinesi in visita nel nostro Bel Paese. È presente anche il primo cittadino Michel Barbet che interagisce con gli studenti intenti a disegnare e ad ascoltare la storia meravigliosa che i reperti della collezione trasportano nel tempo e…nello spazio è il caso di dire.

In poco tempo, il chiostro settecentesco diviene laboratorio di disegno dal vivo e studio accurato di sculture e frammenti, tappa di un percorso culturale che lega Oriente ed Occidente. Ci tornano alla mente le parole di Franco Cardini e Alessandro Vanoli nella presentazione della loro ultima fatica “La via della seta”: “ una strada, o meglio una rete di strade, un fascio di percorsi nterrestri e marittimi hanno spostato nel corso dei secoli uomini, merci e conoscenze dall’estremità orientale dell’Asia sino al Mediterraneo e all’Europa. Romantica e recente, l’espressione ‘Via della Seta’ restituisce il senso di un mondo vasto, attraversato fin dai tempi antichissimi e animato dal fervore degli scambi commerciali, culturali e politici. Alessandria, Chag’an, Samarcanda, Bukhara, Bagdad, Istanbul sono alcune tappe di un viaggio millenario che giunge fin dentro al nostro presente. Perché la via della seta non è solo un racconto del passato, ma ha a che fare con il nostro futuro globale ”, oggi aggiungiamo Guidonia Montecelio e il prezioso patrimonio storico culturale che custodisce al Museo Lanciani, gli studenti porteranno con loro un prezioso ricordo della cortesia, alta preparazione e professionalità del personale del museo che li ha accompagnati in questo viaggio indimenticabile.