A scuola di legalità, lezione speciale in Tribunale per 200 studenti1 min di lettura

3102
A Scuola di Legalità, dimostrazione unità cinofile Guardia di Finanza
A Scuola di Legalità, dimostrazione unità cinofile Guardia di Finanza

A scuola di legalità, lezione speciale per 200 studenti di Tivoli e Guidonia Montecelio. Sabato 20 le porte del tribunale tiburtino si sono aperte per loro. Magistrati e giudici hanno incontrato i ragazzi parlando di legalità, antimafia, contrasto alle dipendenze.
L’iniziativa, la prima del genere a Tivoli, è stata organizzata dalla locale sezione dell’Associazione nazionale magistrati.

Per gli studenti, alcuni delle superiori di Guidonia Montecelio ed altri in dalle medie del Convitto Nazionale Amedeo di Savoia Duca D’Aosta, impegnati così in un nuovo incontro sulla legalità, al termine delle lezioni c’è stata l’esibizione delle unità cinofile della guardia di finanza.

“I ragazzi sono i protagonisti di questa giornata della legalità – ha spiegato il giudice Francesca Coccoli, presidente dell’Anm di Tivoli –. Non a caso è scelta la settimana in cui si è ricordata la strage di Capaci. Quel tragico evento segnò il più alto livello di attacco della mafia allo Stato ma anche il più alto livello di risposta della società civile contro la mafia. Oltre alla forte reazione dello Stato, i ragazzi uscirono da scuola, andarono per strada, e gridarono basta alla mafia, basta all’illegalità. Abbiamo pensato a questo quando abbiamo organizzato questa prima giornata della legalità”.

“Oggi sono felice – ha aggiunto il procuratore della Repubblica di Tivoli, Francesco Menditto –, è una bella giornata e stare qui con voi è meraviglioso. È importante lanciare un messaggio, noi magistrati non siamo una cosa diversa da voi, siamo come voi. Siamo una parte della società, siamo qui semplicemente con un compito. Mi rivolgo ai ragazzi, il palazzo di giustizia dovete sentirvelo vostro, dovete riporre fiducia nella giustizia e nelle forze dell’ordine. La nostra porta è sempre aperta”.