Sfratti nelle case popolari di Tivoli, 100 provvedimenti bloccati

1988
Comune di Tivoli
Comune di Tivoli

Sfratti per 100 famiglie delle case popolari di Tivoli, questo lunedì mattina una riunione in Comune per bloccare i provvedimenti.

Una delegazione di Articolo1Liberi e Uguali, con il consigliere de La Città in Comune Massimiliano Iannilli ed il sindacato Unione Inquilini di Roma e provincia, ha incontrato Sindaco, Giuseppe Proietti, e ed assessore alla Casa e alle Politiche Sociali, Maria Luisa Cappelli.

“Abbiamo discusso dei circa 100 sfratti arrivati nelle case popolari di Tivoli – ha raccontato Gabriele Simonelli, coordinatore area tiburtina di Articolo1Liberi e Uguali –. La situazione è grave, oltre agli sfratti agli inquilini occupanti sono arrivati numerose ingiunzioni a persone che non hanno compilato il censimento negli anni precedenti, e quindi si sono visti affibbiare il canone massimo”.

“Parliamo di inquilini disabili, alcuni addirittura analfabeti che non riescono neanche a mettere la propria firma sul modulo del censimento. Il sindaco e l’assessore, al di là dei ruoli di maggioranza e opposizione che restano ovviamente tali, si sono mostrati d’accordo con noi a bloccare gli sfratti e a promuovere un tavolo tecnico, tra sindacato e comune, per occuparsi della questione. E anche per iniziare a discutere di come riaprire la graduatoria per l’assegnazione di alloggi popolari, bloccata da anni ormai, e di come provare a mettere a valore il patrimonio in disuso degli enti pubblici”.

Lascia un commneto

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.