Si parla di Aniene alla Festa di Primavera al rione Paterno2 min di lettura

314
Il fiume Aniene in
Il fiume Aniene in "bianco" sotto Ponte Lucano

Sabato prossimo, 15 giugno p.v., alle ore 19.30, al rione Paterno di Villa Adriana in occasione de “La Festa della Primavera” l’Associazione “Ambiente Trasparente Onlus” presenterà una proposta finalizzata alla riqualificazione della sponda destra del fiume Aniene mediante un percorso pedonale e ciclabile, in parte su terra ed in parte su passerelle sull’acqua, che oltre al recupero ed alla interconnessione di siti archeologici, trascurati o dimenticati, intende valorizzare e rendere fruibile uno dei beni ambientali più caratteristici e preziosi del nostro territorio, l’Acqua.

Un viaggio di 10 mila anni a ritroso nel tempo. Una passeggiata dalla Storia alla Preistoria, in poco meno di quattro chilometri, si passa dall’epoca romana con Ponte Lucano/Tomba dei Plauzi Silvani (attualmente oggetto di restauro e riqualificazione da parte del Ministero dei Beni Culturali), al Casale di Posta del 1600, dall’uomo preistorico della Grotta Polesini, alla natura del lago di Favale ricco di specie animali e botaniche, dal Ponte romano dell’Acquoria e alla vicina Cava sotterranea, sempre di epoca romana, all’uomo moderno che qui realizzò la prima centrale idroelettrica da cui alla fine del 1800 partì la prima linea elettrica che illuminò Roma, e ancora risalendo da lì verso Tivoli lungo un tratto dell’antica via Tiburtina ancora intatta per incontrare il Santuario di Ercole Vincitore prima di inoltrarsi tra i vicoli della Tivoli medioevale.

Diversi gli ingressi al percorso, dal sito Archeologico di Ponte Lucano, da Via di Favale, dal Rione Paterno, tramite il ripristino di una antica una passerella sull’Aniene, da Via degli Orti ed ovviamente da Tivoli, nei pressi del Tempio d’Ercole Vincitore.

Lungo il percorso, oltre alla possibilità di visita dei siti archeologici, si potranno osservare, senza disturbare, sia le specie di uccelli stanziali e migratorie che si sono stabilite e che potranno fare sosta lungo le sponde del lago, sia le rare specie botaniche presenti.

Un’area polivalente, un Museo didattico indirizzato soprattutto alle gite scolastiche,, la possibilità di escursioni in canoa, un’ ampia possibilità di parcheggio, tutto pensato per creare poli di attrazione turistica, di studio, di svago, che possano anche essere da stimolo per altre iniziative pubbliche e private (ostelli, spazi creativi, …), volano per attività didattiche, di accoglienza, di recupero della memoria e delle tradizioni artigianali, che possano essere un ulteriore stimolo alla città a vocazione turistica che è e vuole essere Tivoli.

Il progetto sarà presentato il 15 giugno p. v. alle ore 19.30 al rione Paterno di Villa Adriana in occasione de “La Festa della Primavera”.

 

Lascia un commneto

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.