Si spacciano per carabinieri e rapinano una villa a Villa Adriana1 min di lettura

1238
Operazione della Squadra mobile di Roma
Operazione della Squadra mobile di Roma

Si spacciano per carabinieri per rapinare una villa di Villa Adriana e chiudono il custode in una cella frigorifera. Buco nell’acqua per i malviventi, però, nell’abitazione non c’era una facoltosa famiglia ma la sede di un catering ed il bottino è stato magro. I rapinatori, due uomini probabilmente di origine romena, si sono portati via solo un porta ghiaccio in argento.

Venerdì sera, alle 19 circa, i due hanno suonato alla porta della villa, in zona Maremmana Inferiore, ed al custode, un uomo di 33 anni dello Sri Lanka, si sono presentati come militari. Appena gli è stata aperta la porta, l’hanno minacciato con un coltello e l’hanno sopraffatto, chiudendolo nella cella frigorifera così da poter agire indisturbati. Il colpo, però, gli è andato male e gli ha fruttato un magro bottino. All’interno della cella c’era una seconda maniglia ed il cingalese, aspettato un po’ di tempo, è uscito ed ha chiamato il 113. Sul posto sono subito intervenute le volanti del commissariato di Tivoli, dirette da Maria Chiaramonte.  

Testo da visualizzare in slide show