Solidarietà: il calcio in aiuto delle comunità locali1 min di lettura

358
Consegna dei prodotti da parte del Ferraris Villanova 1956

Questo periodo senza calcio è servito per unire ancora di più le associazioni dilettantistiche del territorio alla loro comunità. E’ il caso della Gregoriana che ha effettuato una raccolta di beni di prima necessità e ha svolto le consegne nelle case del paese.

“In questo momento storico particolare l’Asd Gregoriana – si legge sulla nota diffusa – vuole essere vicina ai suoi concittadini e tifosi per far sentire loro che la società è presente sia nei momenti di gioia che nei momenti più tristi. Per questo motivo si è deciso di organizzare una raccolta di prima necessità per quelle persone che stanno attraversano delle difficoltà. Un grazie per l’aiuto anche a Don Fabrizio”.

I beni di prima necessità sono stati lasciati nelle attività che hanno aderito all’iniziativa, i dirigenti sono passati poi a ritirarli e a distribuirli.

Applausi anche alla “Santa Pirateria – Ultras Tivoli 1919”. Il gruppo di sostenitori della gloriosa squadra amarantoblù ha aderito all’iniziativa dell’associazione culturale “Barbarossa” per l’acquisto di presidi di protezione individuale, materiale sanitario o macchinari da destinare all’Ospedale San Giovanni Evangelista per l’emergenza Covid-19.

“Volevo ringraziare tutti coloro che hanno contribuito e contribuiranno alla raccolta di generi di beni alimentari e di prima necessità che portiamo avanti. ‘Aiutaci ad aiutare’ è un’iniziativa che si è sviluppata nell’arco di una settimana. L’obiettivo è quello di effettuare una raccolta di beni da consegnare alla Caritas per arrivare a quelle famiglie che stanno vivendo un momento delicato”, le dichiarazioni del presidente Fabio Trotto del Ferraris Villanova 1956. Bellissimi gesti di chi spera di veder tornare a rotolare il pallone.(dada)