Su quasi 28mila tamponi, vero e proprio record, oggi nel Lazio si registrano 994 casi positivi3 min di lettura

227

Su quasi 28mila tamponi, vero e proprio record, oggi nel Lazio si registrano 994 casi positivi (il dato tiene conto di oltre 200 recuperi di notifiche della Asl Roma 2 e della Asl di Frosinone), 12 i decessi e 62 i guariti”. È quanto afferma in una nota l’assessore alla Sanita’ della Regione Lazio, Alessio D’Amato, che aggiunge: “I positivi sui tamponi effettuati sono il 3,6%. C’e’ troppa psicosi per i tamponi, ne stiamo facendo un numero enorme, il piu’ alto numero di testati in rapporto alla popolazione. Ricordo che e’ opportuno che ci sia una indicazione medica e soprattutto per i casi di contatto e’ inutile fare la corsa al tampone nell’immediatezza. Serve contattare il proprio medico, seguire le sue indicazioni e aspettare almeno il periodo dell’incubazione altrimenti il rischio e’ quello di non accertare un’eventuale positivita'”.

Asl Roma 5

Nella Asl Roma 5 sono 55 i casi nelle ultime 24h e si tratta di cinque casi con link ad un battesimo, in corso indagine epidemiologica. Dodici i casi con link familiare o contatto di un caso gia’ noto. Tre i casi individuati su segnalazione del medico di medicina generale. Si registra un decesso di 88 anni con patologie. Nella Asl Roma 6 sono 59 i casi nelle ultime 24h e si tratta di trenta casi con link familiare o contatto di un caso gia’ noto e tre i casi individuati in fase di pre-ospedalizzazione.

Medicus Hotel

Le dichiarazioni del direttore dell’asp Santonocito e del sindaco Proietti: “”In ordine al cordone sanitario apposto precauzionalmente dalla Asl Roma 5 al Medicus Hotel, il sindaco di Tivoli, Giuseppe Proietti, e il Direttore generale della ASL Roma 5, Giorgio Giulio Santonocito, tengono a tranquillizzare l’utenza e le famiglie degli ospiti.  Si approfitta anche per sottolineare, in particolare, la professionalità e la collaborazione della Direzione Sanitaria e Amministrativa della struttura che ha consentito di adottare tempestivamente le necessarie misure di contenimento dell’infezione. Per “cordone sanitario”, espressione che potrebbe suscitare preoccupazione, si intendono semplicemente tutte quelle azioni necessarie intraprese, al fine di verificare le condizioni e lo sviluppo dell’infezione all’interno della struttura, tra cui anche la sospensione degli accessi. Tutte le indagini sono in corso e la tempestività dell’intervento della Asl in sinergia con la Direzione della Struttura stanno permettendo di tenere sotto controllo la situazione”.

Drive in

Per quanto riguarda i drive-in, prosegue il potenziamento della rete regionale dei drive-in. Attivo da questa mattina nella Asl Roma 1 il nuovo drive in viale di Tor di Quinto. Le prossime attivazioni a Roma previste sono a Ponte Mammolo e Cecchignola. In settimana partira’ un progetto di prenotazione online su drive del Santa Maria della Pieta’, Forlanini e Togliatti. Tutte le info su salutelazio.it.

Test antigenici

Infine, per quanto riguarda i test antigenici negli aeroporti dall’inizio dell’attivita’ di testing negli aeroporti di Fiumicino e Ciampino sono stati 40.371 i tamponi rapidi antigenici eseguiti: il 47,9% a cittadini residenti nel lazio, il 24,6% a cittadini residenti in altre regioni e il 27,5% a cittadini residenti all’estero.

Ospedale San Giovanni: temporaneo trasferimento pazienti 

L’Asl avvisa  la cittadinanza quindi che i pazienti ricoverati presso il reparto SPDC dell’ospedale San Giovanni Evangelista di Tivoli saranno temporaneamente trasferiti nei reparti di Monterotondo e Colleferro. L’attuale reparto sarà messo a disposizione delle esigenze “covid” del Pronto Soccorso. I trasferimenti e la sospensione dei ricoveri sono temporanei, in attesa di terminare i lavori di adeguamento dei nuovi spazi sempre all’interno dell’ospedale di Tivoli. Si ringraziano tutti gli operatori e l’intera rete SPDC regionale per la collaborazione e per la disponibilità.