Subiaco, per le celebrazioni benedettine una delegazione cittadini sbarca a Parigi2 min di lettura

1195

Sbarcata a Parigi la delegazione sublacense per la celebrazioni benedettine.

Oltre 50 persone di diverse associazioni, tra cui l’associazione corale Città di Subiaco, l’associazione Marciatori Simbruini, l’associazione Patrocinio S. Benedetto ad alcuni rappresentanti del Comune, si uniranno alle rappresentanze dei Comuni di Norcia e Cassino.
La delegazione sublancese ha portato in Francia alche la fiaccola, accompagnata oltre che dai Marciatori Simbruini, anche dal Centro Universitario Sportivo di Cassino e dal Gruppo sportivo di Norcia.
Oggi è in programma la visita istituzionale presso l’Ambasciata Italiana in Francia. L’ambasciatore Giandomenico Magliano accoglierà la fiaccola e le delegazioni benedettine insieme alle Autorità dell’Unione Europea, del Governo Francese e Italiano. Sarà proprio all’interno dell’Ambasciata che i tre sindaci, Francesco Pelliccia, Gianpaolo Stefanelli e Giuseppe Golini Petrarcone, leggeranno il messaggio di PACE sottoscritto dagli stessi e volto a riproporre Subiaco, Norcia e Cassino come culle del monachesimo, promotore dell’Europa Unita.
Domani, ultimo giorno, nella Cattedrale Nôtre Damme si terrà la celebrazione eucaristica sarà presieduta dal S. E. Mons. Andrè Armand Vingt Trois e animata dal Coro Polifonico Città di Subiaco con la collaborazione del Coro di Cassino. Saranno presenti le autorità ecclesiastiche delle Città presenti, quali l’abate di Cassino, Pietro Vittorelli e il Vescovo Di Spoleto – Norcia Renato Boccardo. E’ nella stessa Cattedrale inoltre che la fiaccola e le delegazioni riceveranno la benedizione e il saluto dalle autorità religiose francesi e italiane residenti.
“E’ un momento importante per la nostra città – ha commentato il Sindaco Francesco Pelliccia – Grazie alla condivisione di un percorso di alto valore con le città di Norcia e Cassino, Subiaco sarà di nuovo al centro dell’Europa, come faro culturale da cui è nata la civiltà occidentale e il percorso di comunanza europea. Sarà un momento straordinario anche per far conoscere il nostro territorio all’Europa e proporci come centro turistico di valore internazionale, come culla del monachesimo occidentale e città della stampa”.

Testo da visualizzare in slide show

Lascia un commneto

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.