Tivoli: arrestato “l’incubo” di via Tiburto

1914

Estorceva denaro agli esercenti di via Tiburto, arrestato un tossicodipendente che abitava nella zona. L’uomo, 46 anni con diversi precedenti penali alle spalle, era diventato l’incubo di tutti i negozi della strada. Minacce ed insulti, così ogni giorno chiedeva piccole somme di denaro, tra i 10 ed i 20 euro, oppure, gratis, faceva colazione, prendeva sigarette o dolci. , , con queste minacce intimidiva i commercianti che, conoscendolo, per evitare problemi cedevano. In un mese ha “racimolato” oltre mille euro, tra contanti e merci.
Il “gioco” è andato avanti fino a quando è intervenuta la polizia che l’ha fermato proprio mentre minacciava una barista. Una vigilessa si è trovata a passare davanti al locale mentre l’uomo stava dando in escandescenza, ed ha subito chiamato il 113. La volante del commissariato di Tivoli, diretto da Giancarlo Sant’Elia, è intervenuta ma l’estorsore alla vista dei poliziotti è scappato. Gli agenti l’hanno fermato poco dopo e l’hanno arrestato. Dopo il fermo, alcuni negozianti si sono fatti avanti ed hanno raccontato tutte le estorsioni subite. Processato per direttissima, è stato condannato a 1 anno e 8 mesi da scontare ai domiciliari.

Testo da visualizzare in slide show