Tivoli: arrivano i controlli della movida da parte delle Forze dell’Ordine2 min di lettura

413

Partirà questa fine settimana nelle strade della movida tiburtina l’attività congiunta di controllo tra le forze dell’ordine (polizia di Stato, carabinieri e polizia municipale) per incidere in maniera stringente sul rispetto delle ordinanze e dei regolamenti e limitare così schiamazzi, assembramenti, atti vandalici nei luoghi centrali della città. Una collaborazione che vedrà in campo in modo congiunto le forze dell’ordine presenti sul territorio. La decisione è stata presa ieri nel corso di un incontro che si è tenuto a palazzo San Bernardino tra il sindaco Giuseppe Proietti, la dirigente del commissariato della polizia di Stato Paola Di Corpo, il comandante della stazione dei carabinieri di Tivoli Francesco Scupola, la vicecomandante della polizia municipale di Tivoli Eleonora Giusti.

 

A essere presidiate dal coordinamento delle forze dell’ordine saranno prevalentemente: piazza dell’Erbe (e zone circostanti), piazza Trento (e zone circostanti), piazza Plebiscito (e zone circostanti) e piazza Campitelli (e zone circostanti), via della Missione, via Palatina e altre zone limitrofe dove, in modo particolare, si sono verificati negli ultimi giorni degli assembramenti con situazioni di disagio per i residenti.

“Questo coordinamento tra le forze dell’ordine nasce per cercare di mantenere entro limiti accettabili i possibili disagi causati ai cittadini dalla movida tiburtina nelle sue diverse localizzazioni e soprattutto nelle piazze e nelle vie del centro storico”, spiega il sindaco Proietti. “L’incontro si è concluso con l’impegno comune di coordinare la presenza di pattuglie nel corso della giornata e della notte, nel corso di tutta la settimana e, in modo particolare, nella sua seconda parte e nel weekend. Si tratta di un coordinamento operativo tra forze di polizia, che va anche a rispondere alle sollecitazioni provenienti dai cittadini residenti nelle zone interessate dalla movida.

Un altro ruolo importante del nuovo coordinamento è limitare le possibili conseguenze degli assembramenti. Altrettanto importante è l’obiettivo di agevolare la coesistenza tra residenti e movida, anche in concomitanza di eventi che, dopo i lunghi mesi del blocco delle attività e della vita sociale, erano stati azzerati. Sono ripresi, infatti, molti appuntamenti, come la proiezione di film (con l’intervento di attori) all’interno dell’anfiteatro di Bleso, quattro serate di teatro organizzate dall’accademia Beats Generation e concluse ieri a piazza Campitelli, da questa sera la tre giorni di concerti e spettacoli gratuiti ‘Tivoli 2020’ a Villa Adriana, mentre a piazza Campitelli c’è la ‘Notte bianca della lettura’. Non intendiamo arrivare al punto di vietare di consumare bevande alcoliche all’esterno dei locali, ma ciò avvenga in modo responsabile e nel rispetto delle esigenze degli altri cittadini”, aggiunge il sindaco. “Atteggiamento diverso e più rigido sarà quello che, eventualmente, l’amministrazione avrà nei confronti del fenomeno del ‘botellon’, che anche a Tivoli si sta diffondendo”.

Resta l’invito forte a tutti i cittadini a indossare la mascherina in ogni contesto di raggruppamento tra persone, quindi anche nei luoghi della movida.