Tivoli, giovedì 14 ottobre manifestazione antifascista

127
Giovedì 14 in Piazza Garibaldi a Tivoli  l’Anpi tiburtina ha chiamato ha raccolto tutte le forze politiche, civiche e associative e ai cittadini antifascisti di aderire pubblicamente e di partecipare alla manifestazione per “respingere con fermezza qualsiasi tentativo fascista di farci ripiombare nel terrore del ventennio”.
“Anche a Tivoli, come in tutta Italia, abbiamo – prosegue il comunicato dell’Anpi-  il dovere di farci sentire! L’Anpi convoca tutte le organizzazioni, le cittadine ed i cittadini antifascisti per giovedì 14 ottobre alle ore 18 in Piazza Garibaldi per una manifestazione di solidarietà alla Cgil e per ribadire la vocazione antifascista della città di Tivoli. Chiediamo a tutti i partiti e le associazioni che condividono questo appello, di aderire pubblicamente e di farsi carico di una presenza massiccia alla manifestazione cittadina”.

L’odg del Consiglio Comunale Tivoli

Questa mattina il Consiglio comunale di Tivoli ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno, sottoscritto da tutti, riguardante gli episodi di violenza che si sono verificati sabato 9 ottobre a Roma, con la “vile aggressione alla sede nazionale della Cgil”, come si legge nel documento, “e del pronto soccorso del policlinico Umberto I”.

L’ordine del giorno rimarca che “quanto accaduto è di una gravità inaudita, perché rappresenta un attacco ai valori democratici che sono alla base della Costituzione italiana. Il Consiglio comunale di Tivoli condanna fermamente gli episodi di violenza che si sono verificati sabato a Roma contro la sede della Cgil e contro gli operatori sanitari del pronto soccorso dell’Umberto I. Il Consiglio comunale tiburtino ribadisce i valori di democrazia e di antifascismo sanciti dalla Costituzione e ripudia ogni forma di violenza”.

Marco Vincenzi, presidente del Consiglio regionale del Lazio

“Aderisco convintamente alla manifestazione proposta dall’Anpi di Tivoli in piazza Garibaldi giovedì 14 ottobre alle 18.  Il vile attacco di sabato scorso alla sede della Cgil di Roma impone a tutti noi una riflessione profonda. La società deve respingere con fermezza ogni manifestazione violenta e la riproposizione del fascismo. L’unione di tutte le forze democratiche rappresenta l’unica risposta possibile”. Così Marco Vincenzi, presidente del Consiglio regionale del Lazio