Tivoli, gli stipendi per i lavoratori dell’ Asa arrivano a singhiozzo1 min di lettura

1262

Si muove qualcosa sul fronte Asa. Ad arrivare sono i primi stipendi rimasti in sospeso a causa della situazione economica della municipalizzata, che sta cercando di uscire fuori dal tunnel della crisi economica.

I soldi che stanno per arrivare sono quelli relativi al mese di giugno, mentre per luglio bisognerà aspettare la fine di agosto. Fermo il capitolo della quattordicesima per cui si sta pensando ad una rateizzazione degli importi dovuti. In tutto l’Azienda speciale ambiente, che si occupa di raccogliere l’immondizia in città, ha emesso fatture per 4 milioni e 300mila euro legate alle Tares, una cifra che non risulta ancora completamente coperta, visto che in regola sembrerebbe esserci solo la metà dei pagamenti. Negli anni passati i crediti accumulati, si parla di 20 milioni di euro, sono stati legati proprio al mancato saldo della tassa sull’immondiza, cifra a cui si sono aggiunti i debiti con il gestore della discaricadell’Inviolata, Eco Italia 87, di 8 milioni e mezzo di euro. Il prossimo incontro tra i vertici aziendali e le sigle sindacali è previsto dopo il venti di agosto.

Testo da visualizzare in slide show