Tivoli, il sindaco firma ordinanza di “interdizione all’utilizzo” dell’Istituto Olivieri

134

Il sindaco Giuseppe Proietti ha firmato ieri un’ordinanza “indifferibile e urgente” che vieta di accedere all’edificio che ospita l’istituto professionale statale “Olivieri” di viale Mazzini e per il quale i tecnici incaricati da Città metropolitana di Roma di effettuare le analisi di vulnerabilità sismica e statica hanno individuato “condizioni di criticità statiche”, dando atto “che non sono soddisfatte le verifiche relative alle azioni gravitazionali dell’edificio scolastico”: e cioè la risposta strutturale dell’immobile sotto l’azione dei carichi gravitazionali non è appropriata, non rispetta i parametri normativi da un punto di vista statico e non può sostenere l’azione sismica, per questo l’edificio scolastico di via Mazzini non è agibile.

Il provvedimento arriva, dunque, come misura utile ad assicurare la tutela dell’incolumità pubblica e le migliori garanzie di sicurezza per gli alunni, per i lavoratori docenti e non docenti.

Allo scopo d’indicare eventuali misure aggiuntive per proteggere l’incolumità delle persone, l’ordinanza dispone anche che Città metropolitana di Roma verifichi “immediatamente” se le criticità rilevate dai tecnici incaricati mostrino rischi ulteriori, in quanto l’edificio è attiguo a un immobile privato, e confina con la via Tiburtina Valeria e con la linea ferroviaria Roma-Pescara. Secondo la legge n. 23 del 1996 (“legge Masini”) sull’edilizia scolastica, infatti, gli immobili dei Comuni e dello Stato utilizzati come sede delle istituzioni scolastiche di secondo grado (come l’Olivieri) sono trasferiti in uso alle Province – in questo caso Città metropolitana di Roma, ex Provincia di Roma – che si assumono gli oneri della manutenzione ordinaria e straordinaria e gli oneri degli interventi di ristrutturazione, di ampliamento e di adeguamento alle norme, e a garantirne l’agibilità.

Nell’ordinanza viene anche chiesto che “siano predisposti percorsi dedicati per attività di carattere logistico, di sorveglianza e manutentive, aventi carattere occasionale e non continuativo, con predisposizione di camminamenti in sicurezza, dedicati al personale scolastico e comunale e per esigenze tecniche da parte del personale della Città metropolitana di Roma”.

Infine, con il provvedimento – pubblicato sull’albo pretorio online del Comune di Tivoli – il sindaco invita l’ex Provincia di Roma a effettuare celermente gli interventi di rafforzamento e di adeguamento statico e sismico dell’edificio, per consentire la ripresa dell’attività didattica in presenza all’interno della scuola.

Intanto, in conseguenza dell’inagibilità dell’edificio scolastico di via Mazzini, sono in corso da parte di Città metropolitana di Roma una serie di azioni per poter realizzare in tempi rapidi un complesso di strutture di edilizia scolastica leggera che ospiterà le aule scolastiche, i laboratori e gli uffici amministrativi dell’istituto Olivieri. A tale scopo, l’ente metropolitano sta valutando la possibilità di acquistare un terreno sulla via Tiburtina, a Villa Adriana.