Tivoli: la Lega presenterà una mozione di sfiducia al sindaco da discutere in Consiglio Comunale

902
Vincenzo Tropiano e l'incontro nel comitato elettorale di piazza Plebiscito

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa dal Coordinamento della Lega “Salvini premier” di Tivoli:

“Nel 2019 la lega Tiburtina si presentò da sola nella competizione elettorale, senza l’appoggio del centrodestra tradizionale ma solamente con movimenti civici che si ispiravano e condividevano un programma ed un percorso alternativo alle coalizioni dell’epoca.

Nonostante tutto, quel laboratorio politico, con la lega capofila del progetto, riuscì ad estromettere il centro sinistra dal ballottaggio, fatto storico nelle elezioni comunali Tiburtine, ritardando di quindici giorni la vittoria del sindaco Proietti, che all’epoca temendo di perdere, schierò dodici liste civiche cariche di contraddizioni.

Eravamo soli e soli abbiamo combattuto.

Oggi più che mai, dopo quattro anni di opposizione senza sconti, restiamo saldi al nostro punto di partenza. Siamo e saremo sempre in antitesi a questo tipo di civismo che ha generato una delle peggiori amministrazioni della storia Tiburtina. Pertanto, la nostra valutazione finale non può che tradursi in una sfiducia al sindaco.

La Lega Tivoli metterà in atto, con le altre forze di opposizione, ogni azione per la presentazione e la massima condivisione di una mozione di sfiducia da discutere in Consiglio Comunale, perché Tivoli non può permettersi la scadenza naturale del mandato di questa amministrazione”.