Tivoli per Tivoli”: al via la consegna dei buoni spesa per acquistare sussidi informatici per alunni in difficoltà economica4 min di lettura

200

Sono 39 gli alunni e le alunne di famiglie in difficoltà economica che riceveranno, a partire da oggi, i primi buoni spesa per l’acquisto di dispositivi informatici. Arriva, così, al primo traguardo il percorso avviato lo scorso luglio dalla rete solidaristica tiburtina “Tivoli per Tivoli”, costituita durante il lockdown a sostegno delle persone che, a causa del lungo blocco delle attività lavorative e sociali determinato dalla pandemia da Covid-19, hanno subìto conseguenze pesanti nella propria vita quotidiana. Il Comune di Tivoli ha sin da subito condiviso e appoggiato il progetto, del quale è partner, in particolare con il settore delle Politiche sociali.

 

I punti vendita che hanno risposto all’avviso pubblicato a gennaio per costituire un elenco di attività commerciali specializzate in forniture informatiche e in cui è possibile acquistare i prodotti (esclusi i cellulari), al momento sono:

–      “Expert” di via Maremmana Inferiore;

–      “Prink” di Catani Nazzareno in via Empolitana n. 134;

–      “Infotech & Service” in via Tiburto n. 52;

–      “Mediastore computer” in via  Empolitana n. 124;

–      “Fiorani elettronica” in via Acquaregna n. 75.

L’elenco degli esercenti potrà essere aggiornato in virtù di nuove adesioni.

Questa prima tranche di assegnazione riguarderà 39 tra bambini e bambine, ragazzi e ragazze, ciascuno dei quali riceverà 130 euro da spendere nei negozi convenzionati.

Su richiesta dell’assessorato alle Politiche sociali nelle settimane scorse gli istituti scolastici del territorio hanno trasmesso i nominativi degli studenti maggiormente sprovvisti di dotazioni informatiche a supporto della didattica e le cui famiglie versano oggettivamente in condizioni di vulnerabilità economica. I nominativi sono stati quindi incrociati con il database delle famiglie che recentemente hanno beneficiato delle misure di sostegno alimentare. L’importo, riconosciuto a ogni studente beneficiario, viene caricato direttamente sulla tessera sanitaria, insieme all’elenco degli esercizi commerciali convenzionati, attraverso il software “Shopping plus”; una notifica tramite sms avviserà i destinatari del caricamento dell’importo. Si ricorda che i buoni spesa caricati sulle tessere sanitarie non sono cedibili ad altri, non possono essere utilizzati come denaro contante e non danno diritto a resto in contanti.

 

«Abbiamo sinora impegnato circa 5mila euro su un totale di 13.500: fondi che sono stati raccolti sinora grazie alla beneficenza di cittadini, imprenditori, professionisti e associazioni che hanno risposto al nostro appello e che, anche in occasione dell’evento natalizio della riffa della Befana di Tivoli», spiega il referente della rete “Tivoli per Tivoli”, Dario Vernier, «hanno voluto donare a vantaggio dei concittadini in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria. Una situazione che sapevamo non si sarebbe risolta in pochi mesi: per questo abbiamo deciso di avviare il progetto con convinzione in un periodo – l’estate scorsa – in cui sembrava che la pandemia stesse rallentando. Ringrazio il Comune di Tivoli per aver sin da subito affiancato e sponsorizzato il progetto e, in particolare, il settore delle Politiche sociali. Siamo consapevoli, però, che le sofferenze di tanti tiburtini non cesseranno presto, per questo rivolgiamo ancora un invito: donate se ne avete la possibilità, per le famiglie che continuano a essere esposte alle conseguenze economiche determinate dalle restrizioni governative antiCovid-19».

 

IL PROGETTO.

l progetto “Tivoli per Tivoli” – patrocinato dal Comune di Tivoli – è nato a luglio 2020 con lo scopo di creare una rete di solidarietà aperta alle associazioni tiburtine che vogliono contribuire a raccogliere fondi a favore dei cittadini in condizioni di disagio sociale ed economico a causa dell’emergenza Covid-19. Sono 16 al momento le associazioni che hanno aderito, un numero che si spera possa ancora crescere. La giunta comunale ha riconosciuto che l’iniziativa è in linea con gli interventi di aiuto già intrapresi nella prima fase dell’emergenza sanitaria. Con l’approvazione della delibera si è disposto che le risorse derivanti dalla raccolta vengano impiegate per acquistare sussidi informatici per le famiglie con figli sino a 16 anni che ne risultassero carenti. I riscontri oggettivi sui bisogni delle famiglie sono stati accertati con il contributo degli istituti scolastici del territorio comunale.

 

LE ASSOCIAZIONI DI “TIVOLI  PER TIVOLI”

Rotary club di Tivoli, Consiglio dell’ordine degli avvocati di Tivoli, Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Tivoli, ASD Andrea Doria Tivoli pallavolo, Associazione Medica di Tivoli e Valle dell’Aniene, Associazione Medici cattolici italiani sezione di Tivoli, Confraternita di Misericordia di Villa Adriana, Libera università Igino Giordani, Lions club Tivoli d’Este Guidonia, Lions club Tivoli host, Unione cristiana imprenditori dirigenti sezione di Tivoli, Croce rossa italiana comitato di Valle dell’Aniene, Rotaract club di Tivoli, Tivoli onlus, Unione commercianti – area tiburtina, Associazione culturale l’ Officina delle arti Lafuente.