Tivoli: sono 1.819 le persone raggiunte dalla distribuzione dei pacchi alimentari5 min di lettura

91
l’assessora alle Politiche sociali Maria Luisa Cappelli
L'assessora alle Politiche sociali Maria Luisa Cappelli

L’emergenza sanitaria legata al Covid-19 ha fatto emergere molte fragilità sociali ed economiche nella comunità tiburtina, come in tutt’Italia. Con la chiusura delle attività produttive imposta dal Governo per fronteggiare il diffondersi dell’epidemia, sono venute a mancare infatti fonti di reddito importanti per centinaia di persone. Il Comune di Tivoli, tramite il suo assessorato alle Politiche sociali, si è subito attivato per cercare di dare un sostegno a queste persone. A pochi giorni dall’inizio dell’emergenza è nata una rete solidale tra Comune, associazioni e organizzazioni del terzo settore ed è partito il servizio di pronto intervento sociale “Numero amico”,promosso dall’assessorato in collaborazione con l’ufficio staff della protezione civile e le associazioni di protezione civile, sanitario e terzo settore, per ricevere le richieste di generi alimentari da parte di chiunque ne abbia bisogno.

Associazioni culturali e sportive, comunità straniere, commercianti, imprenditori, cittadini privati, hanno fornito importanti donazioni permettendo al Coc (Centro operativo comunale) di Tivoli di ricevere dal 1 aprile (giorno dell’apertura del magazzino comunale a via Monte Vescovo 2), senza sosta sino a oggi tonnellate di generi alimentari. Il meccanismo di ricezione delle richieste è organizzato attraverso un sistema che impedisce d’incappare in sprechi: i cittadini contattano il ‘Numero amico’ (3356088907, 0774453338, 0774453358 e 0774.453424), al quale rispondono gli assistenti sociali che, dopo un’analisi delle richieste pervenute anche tramite gli elenchi degli indigenti trasmessi dalle associazioni del territorio, inviano i nominativi via e-mail al coordinatore unico della protezione civile e alla Croce Rossa di Tivoli. Questi ultimi si occupano di consegnare i pacchi a domicilio in collaborazione con le altre associazioni.

 

Ecco un primo bilancio relativo ai pacchi alimentari, aggiornato a ieri 18 maggio:

 

·         Totale delle persone raggiunte: 1.819;

·         Adulti: 1.241;

·         Minori: 494;

·         Minori 0/3 anni: 57;

·         Minori disabili: 2;

·         Adulti disabili: 2;

·         Over 80 anni: 23.

 

Le associazioni che si occupano della distribuzione a domicilio dei pacchi alimentari sono: la Croce Rossa di Tivoli e le Misericordie di Villa Adriana, mentre l’associazioneVolontari radio soccorso Tivoli, il Gruppo operativo soccorso e i Volontari Valle Aniene associati si occupano delle consegne ai soggetti in quarantena. Ha dato il suo contributo nell’attività logistica del magazzino anche l’associazione dei Carabinieri in congedo.

 

LE ATTIVITA’ DEL MAGAZZINO. L’obiettivo è stato sin da subito ottenere pacchi alimentari  che garantissero un’alimentazione ricca, basata sulla dieta mediterranea (sana ed equilibrata, costituita da proteine, frutta e verdura, cereali). Subito dopo l’apertura del magazzino comunale, una prima importante attività è stata il ritiro al banco alimentare di Aprilia di 11 tonnellate di generi alimentari per un totale di 10 bancali, seguita da altri ritiri. Successivamente è stata installata nel magazzino la cella frigo dell’agenzia regionale di Protezione civile della Regione Lazio fornita in comodato d’uso alla Protezione civile di Tivoli Avrst. Un furgone con cella frigo è stato messo a disposizione dalla ditta Lactalis per effettuare le consegne di alimenti freschi che garantisce il rispetto della filiera del fresco. Sin dalle prime settimane grandi carichi di frutta e verdura freschi sono stati donati dall’Istituto culturale islamico “Riad Algiannah”; altri prodotti e generi alimentari sono stati consegnati al Comune dalle tante associazioni in elenco. A questo si aggiungono anche 10.660 euro di donazioni versate da parte di privati e imprenditori direttamente sul conto corrente del Comune.

Il magazzino del Coc è operativo tutti i giorni dalle 8 alle 13 e dalle 14 alle 19,30 ed è in grado di preparare anche pacchi spesa specifici per nuclei familiari con neonati (pannolini, omogeneizzati, latte in polvere). Grazie al meccanismo di ricezione delle richieste, la spesa viene recapitata entro 12 ore dalla richiesta di aiuto (di solito arriva la sera prima) e la consegna avviene una volta ogni 10 giorni, eccetto esigenze particolari, per un totale di consegne che va dalle 30 alle 60 al giorno in base alle richieste. Sono circa 20 i volontari impegnati quotidianamente. I responsabili del magazzino sono Andrea Biddau (logistica) e Maria Grazia De Santis (consegne). Le associazioni coinvolte nelle attività logistiche del magazzino sono: l’Avrst Tivoli, la Croce Rossa di Tivoli, la Misericordia di Villa Adriana, l’Anc di Tivoli, la Congeav di Tivoli, il Gos di Tivoli e i Volontari Valle Aniene, sotto la gestione del responsabile dell’ufficio comunale di protezione civile, Andrea Di Lisa.

 

“Lo strumento del ‘Numero amico’ ha permesso di far emergere nuovi poveri, prima sconosciuti ai servizi sociali, perché, ad esempio, impiegati in lavori irregolari, o in nero, o liberi professionisti che si sono trovati improvvisamente senza lavoro”, spiega l’assessora alle Politiche sociali Maria Luisa Cappelli. “L’assessorato al Welfare ha messo sin dall’inizio dell’emergenza a disposizione 20mila euro per acquistare alimenti e generi di prima necessità. Questo importante lavoro per aiutare le persone in difficoltà ha avuto bisogno di un grande sforzo organizzativo che non sarebbe stato possibile senza l’aiuto di tanti: ringrazio per questo le associazioni, gli operatori dei servizi sociali – con i quali si è lavorato e si lavora sempre in sinergia – e anche i cittadini per la loro collaborazione e il senso di responsabilità”.

 

I SUPERMERCATI CHE HANNO OSPITATO IL ‘CARRELLO SOLIDALE’ SONO:

–          Acquario 2000 (viale Tomei);

–          Alimentari (via Empolitana);

–          Alimentari (piazza Plebiscito);

–          Carrefour (viale Tomei);

–          Crai (via Due Giugno);

–          Eurospin (Arci);

–          La Bottega di Pasquale;

–          Macelleria (via Empolitana)

–          Pewex (Tivoli Terme);

–          Todis (via Roma).

 

LE ASSOCIAZIONI DONATRICI DI GENERI ALIMENTARI:

–          Ass. cult. Barbarossa;

–          Associazione onlus “Capitano Ultimo”;

–          Athena soc. coop. soc. etica;

–          Ass. volontari Radio soccorso di Tivoli;

–          Centro Islamico Culturale Tivoli Terme;

–          Gruppo dei Butteri di Tivoli

–          Lions Club Tivoli d’Este Guidonia;

–          Tivoli calcio 1919;

–          Tivoli Mia;

–          Tivoli Rugby;

–          Sarà Bellissima.

 

Per chi volesse donare ancora, può farlo versando all’Iban del Comune (IT55A 03111 39450 000000012067), nel quale specificare: ‘Donazioni per Sostegnocovid19’.