Tivoli Terme: viaggiatore picchiato sul bus del Cotral da bulli egiziani

4547
Bulli sul Cotral, immagine di repertorio
Bulli sul Cotral, immagine di repertorio

#NLCronaca #Tivoli – Pestato sull’autobus perché aveva chiesto di essere lasciato in pace, banda di baby bulli egiziani lo aggredisce. Attimi di follia e di pura violenza su un autobus del Cotral all’altezza di Tivoli Terme, giovedì pomeriggio, quando un italiano di 49 anni ha chiesto a due ragazzi egiziani, che gli sedevano dietro, di smettere di dare botte al suo sedile. I due, però, insieme ad altri tre amici gli rispondono e dalle parole si passa, presto, alle mani con l’italiano che ha la peggio ed è costretto a ricorrere alle cure del pronto soccorso a causa delle ferite riportate, 20 giorni di prognosi per lui.

Sul bus, mentre avveniva il pestaggio, nessun viaggiatore è intervenuto. L’autista, appena si è reso conto di quello che stava avvenendo, ha chiamato il 112 ed ha fermato il mezzo all’altezza del Mc Donald’s di Tivoli Terme. I bulli sono scappati, probabilmente aprendo a calci la portiera dell’autobus, ma in quel momento arrivava la pattuglia dei carabinieri che, insieme ad un poliziotto fuori servizio che stava passando, e così tre due cinque aggressori sono stati fermati, altri due sono riusciti a scappare per le vie del quartiere termale.

I tre, 25, 21 e 20 anni, di cui uno residente a Tivoli e due a Guidonia Montecelio, sono stati denunciati a piede libero per lesioni, interruzione pubblico servizio e danneggiamento, riferito ai danni alla portiera dell’autobus, ma su questo i carabinieri della compagnia di Tivoli, diretta dal capitano Andrea Cinus, sono ancora al lavoro per appurare precisamente i fatti.

Purtroppo non è la prima volta che dei bulli, spesso giovanissimi, aggrediscono autisti e viaggiatori. Spesso il sindacato Usb ha protestato per segnalare questo problema ma i controlli a bordo dei bus sono rimasti sporadici.

Testo da visualizzare in slide show