Tivoli: una scuola muta quella della Sandro Pertini1 min di lettura

554

Resta desolatamente vuota e silenziosa la grande scuola del centro storico di Tivoli, dal grande edificio non arrivano più neanche gli odori che verso le ore 10 dei giorni feriali annunciavano l’attività della cucina che preparava i cibi per la mensa scolastica.

Ospitava centinaia di bambini dell’infanzia e della primaria l’edificio della Sandro Pertini, fino a quando le verifiche sulla stabilità antisismica ne hanno decretato, durante l’estate scorsa, l’impossibilità di utilizzo. Bambini, insegnanti ed uffici dislocati in altri edifici scolastici comunali, l’amministrazione comunale ha avviato un servizio gratuito di scuolabus per trasportare i bimbi residenti in centro storico negli edifici scolastici in cui sono stati destinati per l’anno scolastico corrente.

Solo quando i bambini partono al mattino o tornano attesi dai genitori, nel primo pomeriggio in piazza del Comune, la zona si rianima per breve tempo e si torna a sentire, nei pressi dell’edificio sbarrato, il loro chiacchiericcio.

La scuola dovrà essere demolita, non ci sono altre soluzioni ed in quel luogo, per l’Amministrazione comunale in carica “si deve ricostruire una scuola poiché un centro storico come quello di Tivoli non può esserne privo”. Nel frattempo tra le ipotesi provvisorie è allo studio preliminare l’ipotesi di un prefabbricato da installare nell’area dell’ex campetto di pallavolo della palestra Maramotti.