Un laboratorio GMP per il centro Italia, lo studio del Censis1 min di lettura

1365

Risparmio ed eccellenza. Questo il binomio prezioso su cui punta il progetto che vede la creazione di un laboratorio Good Manufacturing Practice per la Regione Lazio.

A realizzare lo studio di fattibilità è stato il Censis che ha presentato i risultati nel corso di un incontro che si è tenuto nella sala Aniene della Regione Lazio lo scorso giovedì. Ad illustrare i risultati il direttore del Censis, Giuseppe Roma, la responsabile del settore Welfare e sanità del centro, Ketty Vaccaro, mentre le conclusioni sono state affidate al commissario straordinario dell’Art, Carlo Umberto Casciani. Tra gli interventi anche quello di Mario Marazzi, responsabile del Centro di Terapia Tissutale dell’Azienda Ospedaliera Niguarda Ca’ Granda di Milano, una delle strutture esaminate per redigere lo studio, che ha portato la sua esperienza diretta. Stando ai dati riportati nella relazione attualmente in Italia ci sono solo 13 laboratori di questo tipo, 11 al Nord e solo 2 al Centro, mentre il Sud del Bel Paese è rimasto a digiuno. Il fabbisogno di tessuti cutanei da Roma in poi è pari a 150mila centimetri quadrati, che attualmente vengono dunque importati. In sette anni di attività la struttura, visto il volume delle attività previste, riuscirebbe a ripagarsi i costi iniziali sostenuti.

Testo da visualizzare in slide show