Una collaborazione tra librerie per permettere ai cittadini di continuare a leggere1 min di lettura

316

Una collaborazione tra librerie per permettere ai cittadini di continuare a leggere anche senza la possibilita’ di uscire a comprare libri a causa dell’emergenza Coronavirus. E’ quella tra Librerie.coop e oltre 56 editori indipendenti da tutta Italia, aderenti al progetto di Nw, azienda di consulenza e marketing editoriale promotrice di ‘Libri da asporto’. Il servizio di consegna a domicilio di Librerie.coop e’ attivo in 16 citta’ italiane (Bologna, Cesena, Imola, Lugo, Mantova, Cuneo, Venezia, Genova, Savona, Grosseto, Piombino, Pesaro, Guidonia, Pescara e Napoli). I punti vendita delle librerie Coop di ciascuna citta’ saranno il punto di riferimento per i lettori ma, in ogni caso, le consegne sono garantite in tutta Italia.

A raccogliere gli ordini e confezionare i libri invece ci pensano le decine di librai della catena indipendente, che hanno aderito a ‘Libri da asporto’, progetto con il quale molti editori stanno supportano l’attivita’ delle librerie indipendenti italiane facendosi carico dei costi di consegna.

“Dal 12 marzo tutte le librerie sono chiuse e in questi giorni da piu’ parti e’ stato sottolineato che anche i libri sono un bene fondamentale- spiega la presidente di Librerie.coop, Nicoletta Bencivenni- siamo felici di potere riavviare in questo modo l’attivita’ delle nostre librerie, per restare vicini alla comunita’ dei lettori e far fronte alle richieste dei tanti amici che frequentano di solito le nostre librerie”. Si possono scegliere sia i volumi dal catalogo degli editori che aderiscono a ‘Libri da asporto’ (lista completa sul sito dedicato), sia da tutto il catalogo di Librerie.coop.