Villa Adriana: i cittadini stanchi dello stato di abbandono, chiedono rispetto1 min di lettura

528

Un nuovo incontro quello del 15 luglio tra i cittadini e associazioni di Villa Adriana, unite sotto la sigla “Uniti per Villa Adriana”, con la presenza questa volta dei consiglieri di opposizione.

A rappresentare il centrosinistra Manuela Chioccia capogruppo PD, Giovanni Mantovani consigliere di Una Nuova Storia e ideatore di Ideazioni e Francesca Chimenti, capogruppo di UNS. Per la Lega presente il consigliere Andrea Napoleoni, per Fratelli d’Italia Massimiliano Asquini e per Amore per Tivoli Giorgio Ricci.

Nel corso dell’incontro sono state sottolineate da parte degli organizzatori tutte le carenze di cui Villa Adriana è vittima da anni: dalla chiusura del Parco Andersen a un sistema stradale al collasso, dalla carenza di fogne a Rocca Bruna fino a una viabilità carente per concludere con l’assenza di Forza Pubblica a controllare la città.

I cittadini hanno chiesto rispetto, quel rispetto che gli è dovuto da chi li rappresenta, senza il quale viene meno il sentimento di fiducia verso le istituzioni.

Tutti i consiglieri hanno garantito di presentarle in Consiglio comunale dopo opportuna verifica. C’è ora da augurarsi che gli impegni presi vengano portati a termine in tempi celeri, soprattutto la riapertura di Parco Andersen, e che venga finalmente risolto lo stato di abbandono in cui versa Villa Adriana.

I promotori dell’iniziativa:

 

  • Sarà Bellissima;
  • Ambiente Trasparente Onlus;
  • Comitato di quartiere di Villa Adriana;
  • Comitato di Paterno;
  • Rione Lago di Garda;
  • Comitato di Villa Adriana “No elettrosmog e inquinamento ambientale”;
  • ASD Villa Adriana;
  • Associazione Canisciolti;
  • Parco Adriano Comitato di quartiere;
  • Associazione Culturale 1° Maggio;
  • Centro Sportivo Vincenzo Pacifici;
  • CIAK, Centro Iniziative Attività Kulturali;
  • La Rocca Pia è anche Mia.                                                                             (sicuramente ci saranno state altre adesioni che attualmente non ne siamo a  conoscenza)