Villa Adriana, marito violento torna in carcere

1453

Tivoli, non sopportava che lei si stesse rifacendo una vita dopo averlo lasciato alla fine di 23 anni di maltrattamenti: ha violato l’ordinanza di divieto di avvicinamento, ha aggredito la ex moglie e il suo compagno: arrestato 57enne albanese per minacce aggravate, lesioni, violazione della misura cautelare e porto di coltello e pistola scacciacani.

E’ successo la scorsa sera a Villa Adriana quando l’uomo, che da tempo aveva ripreso a tormentare la ex moglie, si è presentato sotto casa della 41enne e ha minacciato con un coltello e aggredito sia lei che il suo compagno, pronto l’intervento della voltante di Tivoli che ha arrestato il 57enne.
L’aggressore nel gennaio del 2012, grazie alla denuncia della donna, all’intervento del centro antiviolenza Le Lune, ai meccanismi ormai collaudati del codice rosa integrato e del lavoro del pool antiviolenza del commissariato di Tivoli, diretto da Giancarlo Sant’Elia, aveva ricevuto un’ordinanza di divieto di avvicinamento dai luoghi frequentati dalla moglie e dai due figli.

A distanza di un anno l’uomo non ha sopportato che la donna si stesse rifacendo una vita, cercando di curare ferite profondissime dopo 23 anni di matrimonio e di maltrattamenti, ed ha aggredito la coppia.

Per la 41enne, che da giovanissima era stata costretta a sposarlo, presa per i capelli e sbattuta a terra, 5 giorni di prognosi, per il compagno 4.

Il 57enne è stato arrestato per minacce aggravate, lesioni, violazione della misura cautelare e porto di coltello e pistola scacciacani (nascosta nello zainetto che portava con sé). Le due armi sono state sequestrate. Oggi per lui la direttissima.

Testo da visualizzare in slide show


There is no ads to display, Please add some