Le Villae di Tivoli al centro di incontri internazionali a Londra, Venezia, Paestum

426
Villa Adriana, il primo sito Unesco di Tivoli
Villa Adriana, il primo sito Unesco di Tivoli

Prima Londra, poi Venezia ed ora Paestum, il “modello” Tivoli protagonista di tre convegni internazionali.

La Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico

Borsa Mediterranea del Turismo, anche le Villae di Tivoli presenti
Borsa Mediterranea del Turismo, anche le Villae di Tivoli presenti

Il prossimo fine settimana, dal 15 al 18 novembre, l’Istituto Villa Adriana e Villa d’EsteVillae parterciperà alla XXI edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico a Paestum. Il salone espositivo del patrimonio archeologico e di ArcheoVirtual, innovativa mostra internazionale di tecnologie multimediali, interattive e virtuali.

“Le tendenze mondiali vedono il nostro Paese tra i luoghi più desiderati al mondo,   pertanto è inderogabile –  sottolinea il Direttore delle Villae, Andrea Bruciati   trovare sinergie con il territorio, per un prodotto turistico che punti a garantire un altissimo livello di fruizione del patrimonio archeologico, naturalistico, architettonico ed enogastronomico. L’Istituto Villa Adriana e Villa d’Este si pone in prima  linea con queste nuove tendenze di turismo esperienziale, con l’obiettivo di valorizzare e far conoscere il patrimonio storico-culturale di Tivoli ad un pubblico internazionale”.

Venezia, Meetings on Architecture

Venezia Biennale di Architettura 2018
Venezia Biennale di Architettura 2018

Lo scorso 6 novembre le Villae hanno partecipato ai Meetings on Architecture in un incontro sul ruolo che riveste il patrimonio culturale all’interno del tessuto della città contemporanea, focalizzando l’attenzione sulle potenzialità insite nei parchi archeologici, quali “luoghi” disponibili e aperti (FREESPACE) a mutevoli interpretazioni dell’abitare.
“Il tema della Biennale di quest’anno – ha spiuegato Andrea Bruciati, direttore dell’Istituto – stimola la riflessione sulle relazioni tra l’architettura e la comunità urbana, al fine di trovare nuove modalità di condivisione degli spazi aperti, anche storici, e di promuovere, attraverso nuovi progetti, un uso contemporaneo dei parchi archeologici. Creatività, sostenibilità, rigenerazione saranno i cardini di una rilettura del paesaggio di Villa Adriana.”

Londra, il modello Villae

Anche Tivoli presente al World Travel Market di Londra 2018
Anche Tivoli presente al World Travel Market di Londra 2018

Il giorno prima, il 5 novembre, il direttore Bruciati era a Londra per la Fiera World Travel Market.

“Far conoscere il patrimonio storico-culturale ed artistico di Tivoli – ha commentato Andrea Bruciati – è un obiettivo di fondamentale importanza, soprattutto con riguardo ai mercati turistici stranieri, molto attenti al nostro territorio e alle sue peculiarità. L’Istituto è un organismo anfibio e le Villae sono estroverse sul territorio e il paesaggio. Per quanto ci compete l’investimento che stiamo sviluppando sulle attività agricole, dall’uliveto di Villa Adriana al vigneto di pizzutello di Villa d’Este all’apicultura del Santuario, ci pongono in una posizione potenzialmente pionieristica. Mi piacerebbe che la mia idea di sviluppo sostenibile e attento alle problematiche ambientali, dove il reintegro dell’agro romano antico si unisce ad una fruizione ‘lenta’ del paesaggio,  fosse condivisa da più soggetti possibili. Vorrei che fossimo concepiti come una sorta di laboratorio idroponico di idee, da stimolo per l’intera comunità anche per riscoprire nuove professionalità per un più facile accesso al mondo del lavoro. Rappresentiamo infatti una entità nuova, inedita, composita, territoriale, ma con una vocazione internazionale, avendo ben due siti UNESCO nel patrimonio.”

Lascia un commneto

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.