Vincenzi: colpo di teatro del sindaco di Tivoli sull’ex Stacchini2 min di lettura

163
Marco Vincenzi
Marco Vincenzi
Pubblichiamo la risposta che il capogruppo alla regione Lazio Marco Vincenzi ha dato al sindaco di Tivoli che chiedeva la somma di 5 milioni di euro di denaro pubblico entro dieci giorni per bonificare la zona dell’ex Stacchini. 
“La trovata del Sindaco Proietti dà la misura dell’incapacità di affrontare i temi seri della città di Tivoli. Prima propone una delibera per regalare oltre 2 milioni di metri cubi di cemento (tentando tra l’altro di rimuovere il vincolo di protezione del Sito di Interesse Comunitario) e 5 milioni di euro al privato – afferma Marco Vincenzi – che non ottempera agli obblighi di legge, mantenere in condizioni di sicurezza le proprie aree. Adesso il Sindaco, non essendo stato capace di far rispettare le proprie ordinanze di bonifica emanate nei confronti degli stessi proprietari, resosi conto di essere in difficoltà, la spara grossa. Chiedere alla Regione entro dieci giorni i 5 milioni di euro di soldi pubblici , di cui l’inadempiente proprietà afferma aver bisogno per effettuare la bonifica, è un maldestro colpo di teatro che fa seguito a oltre sei anni di totale incapacità di affrontare questa gravissima situazione. Ribadisco la proposta che ho avanzato dopo essere venuto a conoscenza della delibera dell’amministrazione di Tivoli che farebbe scempio definitivo di quel territorio e sperpero ingiustificato di denaro pubblico.
“La mia proposta è: la Giunta regionale  continua il capogruppo PD alla Regione- affidi la gestione dell’area “Sic Travertini Acque Albule” all’ Ente Parco dei Monti Lucretili (cosi come già fatto per il vicino “Parco dell’Inviolata”); l’Ente Parco avvii immediatamente un programma di bonifica e vera riqualificazione dell’area. Sarà cosi l’amministrazione regionale, ancora una volta, a risolvere i problemi che l’incapacità della giunta Proietti ha reso drammatici.
“La regione che ha già finanziato e avviato la progettazione del nuovo Ospedale nell’area attigua alla sito di interesse comunitario, rafforzerà così le azioni messe in campo per tutelare l’ambiente e la salute dei cittadini, senza spreco di denaro pubblico e favori ingiustificati a nessun privato. Nel frattempo il Sindaco si impegni a far rispettare le proprie ordinanze utilizzando tutti gli strumenti che la legge stabilisce per garantire la salute e la sicurezza dei cittadini”.