Vincenzi: nuova legge asili nidi porta il Lazio al passo con l’Europa1 min di lettura

373

“La proposta di legge ‘Disposizioni in materia di sistema integrato di educazione e istruzione per l’infanzia’, approvata ieri pomeriggio dal Consiglio e’ un provvedimento importante, una legge di grande civilta'”. Cosi’ in una nota Marco Vincenzi, presidente del gruppo in Consiglio regionale del Lazio. “Una legge che guarda al Futuro- afferma Vincenzi- occupandosi di coloro che quel futuro rappresentano e che consente al Lazio, dopo 40 anni e prima in Italia, di aggiornarsi per essere piu’ vicino alle esigenze della scuola e dei nostri bambini, soprattutto quelli della fascia 0/6.

Uno strumento moderno che ridisegna il percorso formativo e di crescita di questa fascia d’eta’, non fermandosi solo agli asilo nido, ma disegnando un sistema integrato di educazione e istruzione per i bambini e le bambine dalla loro nascita fino ai 6 anni di eta’, attraverso poli educativi, offerte diversificate e il confronto e il coinvolgimento con le famiglie e le comunita’ locali. Voglio ricordare in particolar modo l’inclusione dei bambini con bisogni educativi speciali e il loro inserimento nei nidi per i quali, per la prima volta, viene previsto un piano educativo personalizzato e integrato con le competenze sanitarie, adeguato alle esigenze individuali.

Puntiamo cosi’ su un’educazione di qualita’ e su servizi pubblici inclusivi, per abbattere le diseguaglianze e gli ostacoli che impediscono la frequenza a tutti i bambini. Vorrei ringraziare la consigliera Eleonora Mattia, presidente della X commissione Istruzione e diritto allo studio, prima firmataria della proposta di legge, per il grande lavoro svolto insieme all’assessora Alessandra Troncarelli e a tutte le colleghe in Consiglio regionale. Un lavoro di squadra che ci ha permesso, dopo 40 anni, di avere finalmente una legge sull’infanzia che diventa sistema e ci pone all’altezza dell’Europa”, conclude Vincenzi.