Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, la Asl Roma 5 a convegno4 min di lettura

2005
Giornata mondiale contro la violenza sulle donne
Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, “combatterla con professionalità e dedizione”, la Asl Roma 5 a convegno. L’appuntamento è per venerdì 25 novembre 2016, a partire dalle ore 9.00, presso la Sala Meeting Hotel Torre S. Angelo, via Quintilio Varo Tivoli (Rm).

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, il commento del Direttore Generale

Il direttore generale Vitaliano De Salazar: “…È tempo che le Istituzioni, le professioni ed il mondo della cultura, facciano concretamente rete, andando ‘oltre’, con iniziative specifiche ed innovative. La rete dei servizi territoriali diventa così il luogo deputato per l’effettiva presa in carico e per le attività di supporto della vittima, verso un percorso di uscita dalla spirale della violenza in cui, parallelamente, gli altri attori: forze dell’ordine, servizi sociali, terzo settore, devono svolgere il loro ruolo altrettanto importante. Le situazioni di violenza sono situazioni complesse, è quindi indispensabile approcciarle con modalità integrate e con un’ottica culturale, formativa e partecipativa”.

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne: l’impegno della Asl roma 5.
Di cosa si tratta

Una giornata di lavoro e riflessioni dedicata alla violenza sulle donne, tra interventi di esperti e racconti di una quotidianità difficile, e la prospettiva di mettere “nero su bianco” l’impegno di tutti a “fare rete”. Alle donne vittime di violenza, l’appello ad avere fiducia e denunciare…

A COSA SERVE

Mettere in campo tutti gli enti, le professionalità, i servizi, le esperienze, le risorse, le “storie”, con un’unica parola d’ordine: “Istituzioni in rete, una grande forza per sconfiggere la violenza sulle donne”.

Questo il tema principale dell’importante convegno organizzato dalla Asl Roma 5 (dove dal 2012 è attivo il Codice rosa integrato), quale preziosa occasione di riflessione e formazione in occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

LE FORZE IN CAMPO

Le varie Istituzioni (Asl Rm5, Procura di Tivoli, Forze dell’ordine, territorio, associazioni) sono impegnate in prima linea in un duplice e complesso percorso volto a fare rete ed instaurare un clima di fiducia con le donne vittime di violenza.

Nell’area di competenza della ASL Roma 5 (vastissima: comprende 71 comuni, 6 distretti territoriali, 5 presidi ospedalieri e 2 case della salute) è, infatti, in vita, con lusinghieri e apprezzati risultati, un nuovo sistema coordinato, antesignano ed innovativo, in cui le donne in difficoltà sono di fatto costantemente seguite e sostenute in nome di una doverosa “accoglienza”.

“L’idea di questo Convegno, che introduce una nuova metodica, una nuova consapevolezza e una nuova “spinta” contro la violenza di genere, i reati contro i minori e contro le donne, nasce dalla constatazione di quanto il fenomeno sia aumento, sia a livello nazionale che locale. Un dato sconfortante, che si va però ad inserire in un contesto culturale nuovo, questo di Tivoli, appunto, dove le Istituzioni hanno lavorato e riflettuto a fondo, comprendendo che occorre agire di concerto in un sistema coordinato di protezione, per dare luogo a servizi dedicati specifici, simultanei e di pronta assistenza”.

 

IL CONVEGNO

Di grande interesse e respiro gli interventi degli esperti, che saranno intervallati da proiezioni a tema, e anticipati dal saluto del direttore generale dell’Asl Roma 5, Vitaliano De Salazar, che sottolinea come sia tempo che: “Le Istituzioni, le professioni ed il mondo della cultura, facciano concretamente rete, andando ‘oltre’, con iniziative specifiche ed innovative”.
A seguire la prolusione di Stefania Stefanìa (Sostituto Procuratore Tribunale di Tivoli) sul tema: “L’impegno della Procura della Repubblica di Tivoli nel contrasto ai reati di violenza di genere”.
Poi, l’attesa lectio magistralis del celebre avvocato Nino Marazzita, sull’argomento: “Stalking e Stalker: cosa insegna la cronaca giudiziaria”.
Simona Abate, psicoterapeuta, parlerà di: “Intervento psicologico nel percorso rosa per le vittime di violenza”.
Ugo Donati (Direttore Medicina D’Urgenza P.O. Tivoli) e Loredana Masi (Responsabile Consultorio G2) portano l’attenzione sul territorio con: “Quando la rete funziona … l’impegno del Consultorio e dell’Ospedale”.
La giornalista di “Porta a Porta” e scrittrice Vittoriana Abate intratterrà su: “Analisi dei casi di violenza della cronaca nera italiana.
Si torna alla concretezza del lavoro sul campo, con Teresa Di Fonzo (Direttore Territoriale DSM Tivoli) su: “Rapporti violenti: fenomeno psico-patologico o modello culturale? Riflessioni cliniche”
Nel pomeriggio un’ospite gradita: Micol Olivieri, attrice e scrittrice, conosciuta per la sua partecipazione a “I Cesaroni”, che parlerà di: “Racconti di donne che hanno vinto la violenza”.
La criminologa Simonetta Costanzo interverrà sul tema: “La donna tra mito e realtà”.
Gabriele Manzo, redattore e voce nota di RTL 102.5, spiegherà motivazioni e contenuti della bellissima campagna denominata “#ÈORADICHIEDERESCUSA”, predisposta dall’emittente RTL 102.5 con la Camera dei Deputati, per sensibilizzare sull’argomento, con la partecipazione di grandi nomi della canzone italiana.
Infine Teresa Zampino, presidente dell’Associazione Centrailsogno, chiuderà i lavori su: “Centro Ascolto Donna, un lavoro in rete in favore di donne vittima di violenza di genere”.

Modera il convegno Mariella Anziano, giornalista del Tgr Lazio.

LEGGI ANCHE

Violenza di genere, una piaga

I “Servizi” della libellula – “Femminicidi”

LA BROCHURE