Visto da me/ Terrazze Gourmet1 min di lettura

1790

di Roberta Mochi

Terrazze Gourmet è tornata. La guida che fa entrare turisti, e gli stessi romani, nella bellezza delle terrazze della Città eterna porta questa volta la firma di Eleonora Grasso, violista freelance che raccoglie l’eredità di Nicolas Schilder, aggiungendo sensibilità e grande passione. Il progetto è de’ La Pecora Nera Editore, casa editrice specializzata nel settore enogastronomico di Lazio, Lombardia e Piemonte “indipendente per vocazione”, viste le proprie incursioni in anonimato – e soprattutto in qualità di “clienti paganti” – nell’enogastronomia. Cinquantesette schede bilingue (italiano/inglese, la traduzione è di Beatriz de Meirelles), 114 fotografie, qualche pagina per gli appunti personali e un ricettario di cocktail analcolici con prodotti a km 0 corredato di tabelle di stagionalità, grazie al sostegno di sostegno del Centro Agroalimentare Roma, ci consentono di conoscere alcuni dei luoghi più suggestivi della capitale, regalandoci dritte e spunti utili a pianificare una visita con vista. Non è un caso se in quarta di copertina campeggia il supporto dato da Roma Capitale tramite l’Assessorato allo Sviluppo Economico, al Turismo e al Lavoro. Si nota subito infatti che questa guida mira più alla valorizzazione di alcune location straordinarie che non a dare dettagliate indicazioni culinarie. Il fascino del compendio è tutto lì. Ci permette di scoprire luoghi, raccontare storie e risvegliare il gusto del meraviglioso, per godere appieno di quegli angoli di una città che ha imparato a dipingere se stessa usando il cielo come tela e la luce come pennello.

Lascia un commneto

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.