Zingaretti: varate 230 milioni di risorse regionali2 min di lettura

273
Regione Lazio
Regione Lazio

“Misure per persone, lavoro e aziende. L’unico filo conduttore e’ far fronte nell’immediato ad affrontare questa situazione di lockdown totale e poi azioni per favorire il rilancio quando questa situazione sara’ superata”.

Nelle parole del vicepresidente della Regione Lazio, Daniele Leodori, c’e’ la struttura di ‘Regione Vicina’, il pacchetto da 230 milioni di euro di misure messo in piedi dalla Regione Lazio destinato a una molteplicita’ degli interventi: dal buono spesa (21 milioni), al buono affitti per persone e aziende (43 milioni), al cosiddetto ‘Pronto Cassa’ (100 milioni di euro per prestiti di 10mila euro a tasso zero per imprese e partite IVA, 200 milioni di finanziamenti sempre per imprese e partite IVA grazie alla sezione speciale Lazio del Fondo centrale di Garanzia, e altri 200 milioni per prestiti a tasso agevolato da 10 mila euro in su per le imprese dalla Bei e istituto di credito regionali), 10 milioni di liquidita‘ a imprese e lavoratori dei 195 cantieri della ricostruzione post sisma.

E ancora: 5 milioni al settore florovivaistico, altrettanti per sostenere la produzione di latte bovino e bufalino, 100mila voucher taxi da 10 euro per medici, infermieri e operatori sanita’ che devono andare a lavoro, soldi per Smart working e istruzione a distanza. Le azioni sono state presentate in una conferenza stampa dal presidente della Regione, Nicola Zingaretti, dal suo vice, Daniele Leodori, e dall’assessore regionale al Bilancio, Alessandra Sartore.

“E’ un pacchetto di assoluto rilievo- ha detto Zingaretti- perche’ molto significativo e concreto. Parliamo di 230 milioni di euro di risorse regionali che attiveranno sulla parte finanziaria circa 500 milioni euro per il credito al sistema imprenditoriale, a queste si aggiungeranno le scelte che sta facendo il governo e saranno adottate nelle prossime ore. Particolarmente importanti le misure sulle imprese che sono gia’ in essere e il fondo affitti regionale, che e’ una scelta di campo molto significativa e ci auguriamo porti nelle famiglie piu’ serenita’ e quella percezione di una Regione vicina alle persone non solo per la parte sanitaria ma anche per la condizione di vita materiale”.