Calcio: Vis Subiaco una promozione d’alta classifica2 min di lettura

467
Simone Calabresi

Nuovo campo e rinnovate ambizioni per la Vis Subiaco per la stagione 2020/2021. Intanto rinforzi in arrivo. Firmano per il club sublacense del presidente Romolo Proietti Checchi due pezzi forti come il difensore Simone Calabresi (classe 1986) ed il centrocampista Renato Lustrissimi (nato nel 1989).

La presentazione al direttore sportivo Luigi Trombetta: “Con questi due giocatori alzeremo il tasso tecnico e di qualità della squadra, senza nulla togliere a chi è andato via. Il curriculum parla per loro. Ci saranno nuovi stimoli per la squadra. Abbiamo già un gruppo affermato di giovani, non a caso nel giro di due anni con l’Under 19 siamo passati dai provinciali all’Elite e abbiamo elementi molti validi tra i 2003. Riteniamo di avere una rosa valida. Il mercato? Siamo alla finestra e in attesa per altri colpi”.

Il centrale difensivo Calabresi ritrova l’allenatore Stefano Ferretti, confermato alla guida della Vis Subiaco dopo il quarto posto della scorsa stagione, con la squadra in grande forma e in risalita al momento dello stop dovuto al diffondersi del Covid-19. Un vero capolavoro quello di Ferretti, nonostante alcuni infortuni di peso e una serie incredibile di rigori sbagliati nei momenti decisivi delle partite. “Sono stati acquistati giocatori importanti e puntiamo anche sulla crescita di chi già era con noi”, aggiunge il coach Ferretti.

Calabresi, abile in marcatura, puntuale sull’anticipo e pericoloso anche in zona offensiva, va a sostituire Fabrizio Di Marco. A centrocampo esperienza e qualità da Lustrissimi che dovrà dimostrare di essere profeta in patria. Il ritorno a casa dopo esperienze in categorie superiori come la Serie D è legato a grandi responsabilità come quella di svolgere il ruolo di punto di riferimento della zona mediana.

“L’inizio della preparazione è legato all’avvio della stagione e siamo in attesa di comunicazioni ufficiali”, conclude il ds Trombetta. Intanto proseguono i lavori al campo sportivo “San Lorenzo” che si farà trovare pronto alla prima giornata, con un nuovo manto sintetico.