Urbano Barberini ci presenta la rassegna culturale Tivoli Chiama

2857

Urbano Barberini ci presenta  Tivoli Chiama 2017. Il 21 Giugno, per la prima volta nel Ministero della Cultura, alla presenza del sottosegretario Borletti Buitoni la conferenza stampa di presentazione. Il Festival
tiburtino sale di livello, artisti di primo piano e scene in luoghi patrimonio dell’umanità in un mix unico al mondo. Urbano Barberini, assessore alla Cultura del Comune di Tivoli, ideatore del festival, ne è anche organizzatore e direttore artistico. Fino a pochi giorni fa in ansia per le fasi burocratiche ancora da concludere è riuscito a far redigere ed approvare in tempo gli atti amministrativi che riguardano gli artisti ed ora è più tranquillo.

In attesa del programma ufficiale, anche se ormai alcuni nomi circolano, gli abbiamo rivolto alcune domande Organizzare in prima persona un Festival non è semplice, per chi deve assolvere anche al ruolo di Assessore “Un direttore artistico di qualità ed un direttore organizzativo esperto assorbirebbero gran parte dei costi di tutto il nostro festival che ha un badget molti limitato. Semplicemente lo devo fare, è complicato, faticoso ma anche entusiasmante, serate come quella di Gino Paoli e Danilo Rea, quella di Giorgio Albertazzi con Memorie di Adriano al Santuario di Ercole vincitore o Luca Zingaretti lo scorso anno a Villa Adriana di fronte al Canopo, solo per citarne alcune, ripagano della fatica. Il lavoro non mi ha mai spaventato, la burocrazia sì!  Una presentazione del Festival Tivoli chiama 2017: sono cambiate le linee di indirizzo? Abbiamo alzato il tiro, tant’è che presenteremo per la prima volta il festival a Roma al Ministero dei beni culturali proprio per evidenziare che ci rivolgiamo anche alla capitale, facciamo concorrenza a Roma “ – l’assessore sorride- “d’altronde i nostri palcoscenici non hanno nulla da invidiare ai grandi palcoscenici romani e da noi spira un’aria più fresca e di migliore qualità

Può confermarci qualche nome di quelli che già circolano e quali i luoghi che li ospiteranno? Il programma ufficiale sarà diffuso in conferenza stampa ma posso anticipare qualche nome di rilievo come Michele Placido, Sabina Guzzanti, Teresa De Sio e Giovanni Allevi. I luoghi saranno l’anfiteatro di Bleso, Villa Adriana, Villa d’Este, il Santuario di Ercole Vincitore mentre la conclusione molto spettacolare sarà a Piazza Garibaldi. Potremmo dire con certezza che nessun altro festival può vantare dei palcoscenici così importanti e così eterogenei. Nomi importanti, occorrerà prenotare i posti, in modo particolare per il Santuario di Ercole vincitore e Villa d’Este. Possiamo già ipotizzare un costo dei biglietti? Il concerto di apertura all’anfiteatro di Bleso sarà gratuito, così come il concerto evento di chiusura a Piazza Garibaldi. È la nostra politica, spettacoli di alta qualità a prezzi contenuti:  per Michele Placido a Villa Adriana il costo d’ingresso della villa, per Villa d’Este dovrebbero essere gratuiti, per gli altri andremo da 10 a 20euro al massimo. Eventi tutti di livello molto alto, concerto di apertura e di chiusura gratuiti in piazza e poi l’estate Tiburtina che invece avrà un percorso tutto suo. Sono due cose separate che lavoreranno ovviamente in sinergia. Sembra che anche la Regione torni a realizzare il suo Festival in modo autonomo, pare con sei concerti a Villa Adriana, non sarebbe opportuno coordinare le due rassegne per una manifestazione che potrebbe assumere, grazie ai monumenti tiburtini, visibilità internazionale? Tivoli sta diventando non solo, come diceva il Corriere della Sera, “fabbrica di cultura” ma anche la città dei festival, infatti  questa estate Tivoli ne avrà tre:  Tivoli chiama, il Festival jazz ed il festival della Regione del quale non conosciamo ancora artisti e date.  Il mio auspicio è che si riesca a rafforzare la collaborazione proprio con la Regione per creare delle sinergie virtuose che ci portino ad avere un solo grande festival e continuerò a lavorare in tal senso. Nel frattempo mi godrò, anzi ci godremo, tre bellissimi festival estivi a Tivoli! E l’assessore sorride ancora

1 Commento

Lascia un commneto

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.