Elezioni Tivoli 2019: impazzano toto sindaci e toto alleanze

1179
Elezioni comunali a Tivoli
Elezioni comunali a Tivoli

Una calma apparente ha avvolto Tivoli. Sotto traccia gruppi, partiti, movimenti e liste lavorano, discutono, progettano, intessono e disfano alleanze. Obiettivo sono le sempre più imminenti elezioni di maggio in cui i tiburtini sono chiamati a scegliere la nuova amministrazione comunale. Gli scenari, che per molti sarebbero dovuti essere definiti già per queste festività natalizi, ancora sono abbastanza fumosi.

Maggio si avvicina ed ormai tempo di sciogliere i nodi. Gli ultimi bluff si stanno per svelare e tra comunicati ed interviste si stanno delineando coalizioni e candidature

Proietti e M5S

Carlo Caldironi, M5S Tivoli
Carlo Caldironi, M5S Tivoli

Unici due punti certi sono, al momento, la ricandidatura del sindaco uscente, Giuseppe Proietti, con un gruppo di alleanze civiche, e quella in solitaria, scontato, del M5S, che deve scegliere il nuovo sfidante dopo l’esperienza Caldironi. Proprio i 5Stelle sarebbero vicini alla scelta del candidato, o della candidata. Sarebbero due o tre i curriculum sul tavolo ed ora gli attivisti tiburtini entro gennaio potrebbero avere già il nome. Intanto si lavora alacremente sul nuovo programma.

Giuseppe Proietti, Sindaco di Tivoli
Giuseppe Proietti, Sindaco di Tivoli

Proietti, invece, registrata l’uscita di Una Nuova Storia al momento ha aggiunto: Partecipazione Popolare, #Tivoliunica e Tivoli progetto comune.

A destra

Vincenzo Tropiano
Vincenzo Tropiano

A destra ed a sinistra delle civiche, invece, i punti interrogativi sono ancora tanti. Sotto l’albero di Natale, o dentro la calza della Befana, al momento non ci sono grandi certezze. Tropiano prosegue con la Lega ed il Laboratorio Tivoli, con Amore per Tivoli, Fiamma Tricolore, Tivoli sei Tu, Piazza Pulita ed Argo oltre a Casa Pound che non presenterà una sua lista.

Laura Cartaginese
Laura Cartaginese

Resta, ufficialmente, l’incognita suo posizionamento nelle prossime elezioni di Forza Italia e della consigliera regionale tiburtina Laura Cartaginese, oltre che di Fratelli d’Italia. Le voci corse in questi mesi di totosindaco sono le più disparate e tutte, fino a quando non ci saranno note ufficiali, da considerarsi poco attendibili. Si va dall’ipotesi di una coalizione autonoma, magari con qualche lista civica di centro, a quella di un accordo con la Lega e Laboratorio Tivoli.

A sinistra

Proprio dall’alveo del centrosinistra sono uscite le principali notizie di questi ultimi mesi. Superato l’appello di alcuni esponenti tiburtini che avevano chiesto l’apertura di un dialogo tra la coalizione di Proietti ed il centrosinistra, ora si sta aprendo un nuovo capitolo.

La presentazione di Agenda Tivoli
La presentazione di Agenda Tivoli

L’esperienza di AgendaTivoli, costituente di una vasta alleanza che vedeva schierati insieme Pd, Città in comune, Alleanza per Tivoli, Tivoli Futura, Verdi, Liberi e uguali, si potrebbe arricchire di una nuova fase ora che dal gruppo delle civiche di Proietti è uscita Una Nuova Storia. Il gruppo, di cui fanno parte i consiglieri (ex giovani del PD e Sel) Damiano Leonardi ed Irene Marinucci, oltre all’attuale vice sindaco ed assessore ai Lavori Pubblici Irene Vota ed il presidente del cda delle Terme Acque Albule, Giovanni Mantovani, ha già ufficializzato la sua posizione in vista delle prossime elezioni ed ha chiamato a raccolta cittadini, partiti, associazioni e movimenti per IdeAzioni.

Giovanni Mantovani, Una Nuova Storia
Giovanni Mantovani, Una Nuova Storia

L’assemblea, in programma domenica 20, è rivolta a chi “si riconosce nei valori del campo progressista: equità, uguaglianza, pari opportunità, solidarietà, trasparenza, bene comune, legalità, sviluppo sostenibile, pari diritti civili e sociali”. Sembra una costituente di una vasta coalizione con lo stesso Mantovani indicato già da tempo come possibile candidato sindaco del mondo del centro sinistra.

 

 

 

Damiano Leonardi, Una Nuova Storia
Damiano Leonardi, Una Nuova Storia

Dalla partecipazione, o dalla non partecipazione, di liste, personaggi e partiti, alla riunione del 20 si potrà capire già qualcosa di più sul futuro della coalizione. Non tutte le liste di Agenda Tivoli, infatti, potrebbero vedere di buon occhio, o comunque accettare, il dialogo con Una Nuova Storia e magari qualche “pezzo” del progetto del centrosinistra potrebbe prendere un’altra strada. Ma questa è una storia ancora tutta da scrivere.

E’ notizia di domenica 13 il passo in avanti di Giovanni Meuti, già sindaco di Pereto, che si mette a disposizione per le primarie della coalizione, come sbandierato a mezzo stampa da alcune anime della coalizione. “Se posso essere utile mi metto a disposizione”, ha scritto in una lettera aperta ad Agenda Tivoli ed alle forze del centro sinistra.

Elezioni Tivoli 2019 chieste le primarie per Agenda Tivoli

Lascia un commneto

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.